Castelli Romani, rapina finisce nel sangue: preso albanese

0
Castelli Romani, rapina finisce nel sangue: preso albanese

ARTICOLI IN EVIDENZA

Dopo un anno di indagini, il latitante Hoxha Myslim è stato arrestato a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. L’uomo, trent’anni, di nazionalità albanese, era ricercato dopo un furto commesso in una villa a Velletri e la violenta aggressione ai danni di un uomo e del figlio.

La banda di Myslim Hoxha ha colpito il 12 giugno 2018, introducendosi in una villa a Velletri, comune dei Castelli Romani, in zona di via del Laghi. Ma la rapina non è andata a buon fine: il padre e il fratello della padrona di casa, di 30 anni, li hanno scoperti.

Così la rapina è finita nel sangue: i rapinatori hanno aggredito violentemente i due. Sono arrivati a colpire il più anziano con una levachiodi (il piede di porco), tanto ferocemente da rischiare di fargli perdere la vista.

Myslim Hoxha è inoltre un pluripregiudicato, colpevole di altri furti. Latitava dallo scorso anno, dopo la sentenza dal Gip del tribunale di Velletri. La Polizia l’ha rintracciato a Santa Maria Capua Vetere, luogo diventato il suo nascondiglio: lì è stato arrestato. Hoxha è finora l’unico membro della banda ad essere stato preso.

È SUCCESSO OGGI...