Mancano provette e materiale: nuove criticità negli ospedali dell’Asl Roma 5

0
Mancano provette e materiale: nuove criticità negli ospedali dell’Asl Roma 5

Condividi

Attenzioniamo la difficoltà dei centri prelievo di tutta l’azienda ad approvvigionare provette e materiale di consumo necessario proprio all’esecuzione materiale del prelievo ematico”. Inizia così la lettera firmata dalla Cisl Fp indirizzata alla direzione generale dell’Asse Roma 5 con la quale si segnalano nuove criticità nell’approvvigionamento di materiale e presidi. 

“Sembrerebbe che la politica aziendale sia volta a cambiare appalto in merito alla forniture del sistema VACUTAINER dotato di ago a farfalla – spiega in una nota la Cisl Fp –  che garantisce l’esecuzione di una tecnica sicuramente più performante sulla diversa tipologia di paziente (bambini, anziani con difficoltà di reperimento di vene), per favorire invece un sistema di prelievo sempre VACUTAINE, ma con ago di misura standard (sia nel calibro che nella lunghezza). Tutto ciò significherebbe tornare indietro do almeno vent’anni in merito alla tecnologia e alla qualità della prestazione, creando notevoli disagi agli operatori ma, ancor di più a quella fascia di utenza, bambini, anziani, pazienti fragili che non presentano un patrimonio venoso facilmemte accessibile alla tecnica del prelievo ematico.

Ritornando alla difficoltà di reperimento di presidi e materiali – aggiungono i delegati Dimitri Cecchinelli e Silvia Menegatti –  ci preme sottolineare che il perdurare di questa situazione non potrà che comportare il collasso delle attività sanitarie con conseguente interruzione dei percorsi di assistenza e cura. Si chiede di intervenire fattivamente a tutela della continuità e della qualità assistenziale.

È SUCCESSO OGGI...