Mare fuori 3 in onda a febbraio su Rai 2. Tra le novità il ritorno di Ciro

0
Mare fuori 3 in onda a febbraio su Rai 2. Tra le novità il ritorno di Ciro
Mare Fuori 3

Condividi

Tra le novità il ritorno di Ciro e l’arrivo della quarta stagione

Mare fuori sta tornando. Una delle serie italiane più amate, ormai diventata un vero e proprio fenomeno, sta per tornare con la terza stagione. Ma con molte novità a partire dalla messa in onda. Rispetto alle precedenti due stagioni ‘Mare fuori’ debutta in prima su RaiPlay, l’1 febbraio, e poi dal 15 febbraio in prima serata su Rai 2. Nella serie, ambientata nel carcere minorile di Napoli, grandi ritorni: come quello di Ciro Ricci, interpretato da Giacomo Giorgio.

Con lui torneranno anche Massimiliano Caiazzo interprete di Carmine Di Salvo, Nicolas Maupas di Filippo Ferrari, Valentina Romani di Naditza, Matteo Paolillo di Edoardo Conte, Carolina Crescentini di Paola (direttrice dell’Istituto di detenzione minorile) e Carmine Recano di Massimo(il comandante di polizia penitenziaria), Artem di Pino o’ Pazzo e Maria Esposito di Rosa Ricci, sorella di Ciro.

Tra le new entry della nuova stagione Lucrezia Guidone, nei panni di Sofia Durante, una nuova educatrice che si mostra fin da subito dura e giudicante nei confronti dei ragazzi e delle ragazze dell’IPM. E ancora, Clara Soccini nei panni di Giulia, una trapper milanese, Giuseppe Pirozzi e Francesco Panarella in quelli dei fratelli Di Meo colpevoli insieme a Dobermann (Salahudin Tijani Imrana), un amico extracomunitario, di aver devastato un ospedale.

Grandi protagonisti il tema della libertà, l’amore – sentimento sconosciuto e destabilizzante per i personaggi – e nuovi brani che accompagnano i protagonisti nella loro crescita all’insegna della scoperta di aspetti inediti di se stessi.

‘Mare Fuori 3’ promette tantissime emozioni. “Il personaggio che interpreto affronta il senso di colpa e il fallimento dopo la rottura con la moglie e il distacco dal figlio. Un viaggio che lo rende consapevole per i sentimenti che prova per Paola (Crescentini, ndr)”, ha detto Carmine Recano. “Nella nuova stagione troviamo una Paola più morbida, più comprensiva verso i ragazzi e le ragazze dell’Istituto“, ha raccontato una emozionata Carolina Crescentini. “Nei nuovi episodi – ha anticipato Valentina Romani – Naditza deve crescere e imparare a distinguere ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.
Farà delle scelte importanti”.

C’è chi impara a perdonare come Carmine Di Salvo. “Alla fine della seconda stagione – ha detto Massimiliano Caiazzo – era distrutto e grazie agli amici che lo amano qui inizia un percorso di perdono. Perdonandosi riesce a perdonare gli altri. E forse in questa sua rinascita c’è spazio anche per la famiglia, con la quale ha un rapporto conflittuale. E poi in carcere si trova ad affrontare molti rischi, deve guardarsi bene le spalle”.

Matteo Paolillo, interprete e autore della sigla e di alcuni brani della serie, per i nuovi episodi “ho lavorato sulla maturità di Edoardo Conte, anche se la sua parte infantile resta”, ha dichiarato l’attore.

Stiamo già lavorando sulla quarta stagione, è prevista anche una quinta e forse una sesta”, ha annunciato l’ideatrice della serie Cristiana Farina. “Il format è solido, può durare per stagioni, dipende da noi, abbiamo una grossissima responsabilità. La serie ha successo all’estero, siamo in circa 25 Paesi. Abbiamo iniziato a parlare anche di eventuali adattamenti in Europa. Siamo arrivati qui grazie all’accumulo di spettatori: la prima stagione non era ancora consolidata, è esplosa con la seconda stagione, grazie a RaiPlay, cosa per noi inaspettata“, ha raccontato Roberto Sessa di Picomedia. “Dei 21 milioni di utenti di RaiPlay, la metà ha meno di 35 anni. La prima stagione aveva già dimostrato buoni numeri, ma la serie è esplosa su RaiPlay con la seconda stagione.

Il pubblico ha recuperato la prima stagione dopo la fine della seconda, per un bel po di tempo è stata tra le serie più viste. Il 70% degli utenti che hanno visto la serie su RaiPlay ha meno di 35 anni, oltre il 50% ha meno di 25 anni”, ha aggiunto Elena Capparelli, direttrice di RaiPlay e Digital. Tra le novità, dall’1 febbraio debutta su RaiPlay ‘Mare Fuori #Confessioni’, 25 episodi di circa 7 minuti che danno voce ai protagonisti e ad un racconto senza filtri dei momenti più intensi vissuti sul set: un’occasione per il pubblico della serie di conoscerne al meglio gli attori, attraverso le loro riflessioni sugli eventi di cui sono stati protagonisti, come se fossero realmente accaduti. Il linguaggio è vicino a quello del mockumentary, un espediente narrativo nel quale eventi di fiction sono commentati come se fossero reali, attraverso l’artificio di un linguaggio documentaristico. In attesa del debutto il cast sogna il Festival di Sanremo: “Chiedo all’ad Rai Carlo Fuortes la possibilità che i ragazzi salgano sul palco dell’Ariston per cantare la sigla della serie”, ha dichiarato Sessa. “Farò di tutto per renderlo possibile”, ha riposto Fuortes.

FONTE DIRE – www.dire.it

È SUCCESSO OGGI...

Tre operatori Ama aggrediti, “denunciarono furti carburante”

0
Ieri mattina intorno alle 5, mentre stava entrando nella sede operativa di piazza Sapri, a Castro Pretorio, un tecnico di Ama è stato aggredito da un uomo armato di un oggetto tagliente.

Binari del 1979 e nessuna manutenzione, ecco perchè a Roma si ferma la metro...

0
"È un'infrastruttura in condizioni disastrose", ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, che ha effettuato un sopralluogo a Lepanto

Anarchici: scontri a Roma, 41 persone denunciate

0
Sono 41 i soggetti identificati e denunciati dalla Polizia di Stato all'autorità giudiziaria in relazione agli scontri avvenuti ieri nella zona di Trastevere tra militanti anarchici

Roma, 23enne muore investito da un bus: mistero sulla dinamica

0
Ennesima tragedia a Roma: un rider kenyota di 23anni è stato travolto da un bus-navetta nella rotatoria di piazza Re di Roma, nel quartiere Appio-Tuscolano. L’incidente è avvenuto intorno alle 20 di sabato 28 gennaio. Il mezzo coinvolto è una navetta privata che collega la stazione Termini all’aeroporto. Gli inquirenti indagano sulle dinamiche del sinistro, ancora avvolte nel mistero.