Inter-Napoli, duello sulla fascia tra Dumfries e Kvaratskhelia: il confronto

0
Inter-Napoli, duello sulla fascia tra Dumfries e Kvaratskhelia: il confronto
Khvicha Kvaratskhelia, Napoli LaPresse

Condividi

Il prossimo match tra Inter e Napoli si svolgerà il 4 gennaio 2023 e sarà ovviamente uno dei più attesi della stagione. Entrambe le squadre sono attualmente in lotta per un posto nella zona alta della classifica e senza nascondere troppo le carte, per i partenopei, primi in classifica, potrebbe essere una partita decisica. Il risultato di questo match potrebbe avere un impatto significativo sulla loro posizione in classifica, il Napoli in caso di vittoria potrebbe volare via verso lo scudetto, l’Inter potrebbe riaprire il campionato.

Indipendentemente da chi vincerà il match, ci si aspetta che sarà una partita emozionante e combattuta. Con giocatori di talento come Lautaro Martinez e Romelu Lukaku per l’Inter e Kvaratskhelia e Osimhen per il Napoli, il pubblico potrà aspettarsi alcuni goal spettacolari e azioni emozionanti.

Forse non importa chi vincerà, il prossimo match tra Inter e Napoli sarà sicuramente uno dei momenti più importanti della stagione e una partita che nessun fan del calcio italiano vorrà perdere.

Vincerà chi farà meglio in difesa

Nei giorni scorsi abbiamo scritto dell’importanza della difesa in questo match. Allora occhi puntati proprio sui difensori. Da una parte Bastoni, che è sempre più al centro del progetto di Inzaghi, nonostante qualche voce di mercato sul difensore direzione Inghilterra. Naturalmente, visto che i concordati sono iniziati solo da qualche giorno, le parti non sono ancora allineate e c’è qualche ostacolo da superare per arrivare alla tanto attesa fumata bianca. Traspare però fiducia nella buona riuscita dell’affare dato che Bastoni ha sempre espresso la propria volontà di proseguire la sua carriera vestendo la maglia dell’Inter, tanto da aver declinato le avances estive del Tottenham di Antonio Conte. Insomma, sarà sicuramente uno dei protagonisti di questo match (oltre che della stagione dell’Inter).

Dall’altra parte, sponda Napoli, abbiamo la vera rivelazione del campionato in corso: Kim Min-jae. Arrivato dal Fenerbahçe per 19,5 milioni, Kim è diventato a 25 anni il protagonista umile eppure ambizioso di un viaggio all’incontrario, dall’Oriente alla conquista dell’Occidente.

Andiamo a vedere adesso il confronto tra Bastoni e Kim Min-jae.

Sono 40 i duelli difensivi affrontati da Bastoni, mentre salgono a quota 60 quelli di Kim Min-jae. Dieci contrasti vinti per il difensore coreano, sei per il difensore della nazionale italiana. Il giocatore del Napoli si dimostra più efficace nei recuperi palla, con 72 interventi a suo favore, mentre il difensore dell’Inter è fermo a quota 43. Nei duelli aerei Kim è decisamente più presente, con 22 vinti all’attivo, mentre Bastoni è soltanto a quota 12.

Una partita che si giocherà anche a centrocampo, confronto tra Barella e Zieliński

La partita, però, si giocherà anche e soprattutto a centrocampo. Barella e Zieliński sono i 2 punti fermi di Inter e Napoli. Vediamo il confronto.

Barella ha una media spaventosa sui passaggi verticali riusciti, con 244 palloni “vincenti”, mentre Zieliński ne conta “soltanto” 141. Stesso risultato sui pasaggi totali riusciti, con il centrocampisti che tocca 568 palloni, 334 per il giocatore del Napoli.

Sono 5 gli assist per Barella, 4 per il giocatore polacco. Sono 8 i tiri nello specchio della porta per il calciatore nerazzurro, 9 per quello partenopeo. Sono addirittura 37 i cross forniti da Barella, soltanto 7 quelli offerti da Zieliński.

Le 2 frecce di Inter e Napoli: Dumfries e Kvaratskhelia

La partita si giocherà anche sulle fasce, dove viaggeranno a ritmi serrati le 2 frecce di Inter e Napoli: Dumfries e Kvaratskhelia. Per il giocatore in quota Inzaghi sembra in aumento il livello del pressing da Londra, sponda Chelsea. L’Inter attende che i Blues facciano la prima mossa, ma il discorso che potrebbe iniziare ora, a gennaio, pare destinato a proseguire almeno fino alla prossima estate, quando anche il tema Lukaku terrà banco (il belga è in prestito dagli inglesi). La base d’asta fissata dall’Inter per l’esterno sarà di 50-60 milioni di euro e le valutazioni sarebbero di competenza della proprietà qualora dovesse arrivare un’offerta interessante per lui. Da notare come sul giocatore pare ci siano anche il Manchester United e il Tottenham. In tale ottica, comunque, sarà solo la proprietà a decidere cosa fare e se l’esterno possa essere il “sacrificabile” per operare con maggiore serenità sul mercato, attuale e futuro.

Saranno in tre a marcare Kvaratskhelia. Così ha stabilito Simone Inzaghi, come illustra il Corriere dello Sport. Inzaghi ha rispolverato la classica gabbia, coinvolgendo tre dei sui giocatori della zona destra del campo: Skriniar, Dumfries e Barella. Sarà Skriniar il marcatore in prima battuta di Kvara, quello che affronterà il pericolo faccia a faccia. Lo slovacco dovrà stare attento a non allargarsi eccessivamente, aprendo un pericoloso varco nella linea arretrata interista. Sempre riguardo al Napoli, Skriniar è già esperto, essendosi spesso occupato di Insigne, permettendogli un unico gol su penalty, quello appunto dell’anno scorso. sia Dumfries sia Barella dovranno essere pronti a dargli una mano e quindi ad andare a raddoppiare la marcatura sul georgiano. L’olandese dovrà far sentire gamba e fisico, il centrocampista sardo dovrà sfruttare dinamismo, rapidità e fiato. Ma andiamo a vedere il confronto.

 
Per quanto riguarda i Passaggi Verticali Riusciti, Dumfries è a quota 80, mentre Kvaratskhelia è fermo a 49. anche sui passaggi riusciti il giocatore dell’Inter è avanti: 237 contro i 196 del giocatore del Napoli. Il calciatore olandese ha vinto 20 duelli difensivi, il georgiano 3.
Dumfries ha creato 8 occasioni chiave, mentre Kvaratskhelia 7. Sono 5 gli assist effettuati dal giocatore del Napoli, mentre soltanto 2 quelli del giocatore dell’Inter. Dumfries ha recuperato 39 palloni, Kvara 33.
 

È SUCCESSO OGGI...