Gassmann: «Roma è sporca, ma ancora prima di Gualtieri e Raggi»

0
Gassmann: «Roma è sporca, ma ancora prima di Gualtieri e Raggi»

Condividi

Alessandro Gassmann è Santo nel nuovo film di Cosimo Gomez ‘Il mio nome è vendetta’, da oggi su Netflix. L’attore interpreta un ex sicario della criminalità organizzata che, dopo aver vissuto nell’ombra per anni in una tranquilla cittadina del Trentino-Alto Adige, la sua vita e quella di sua figlia Sofia (Ginevra Francesconi) – un’adolescente campionessa di hockey – cambiano del tutto.

Gassmann come Santo scende ‘in campo’ per la giustizia, ma con metodi e visioni diversi. L’attore è stato più volte protagonista di episodi che lo hanno visto battersi contro il degrado di Roma. Qualche anno fa, per esempio, si è ‘armato’ di scopa per ripulire la strada davanti casa ed ha lanciato l’hashtag #Romasonoio per invitare i romani a ripulire la Capitale. “Io sto spesso fuori Roma per lavoro, ma quando ritorno (nella Capitale, ndr) la città la trovo invariata, ed è così ancor prima del sindaco Gualtieri o dell’ex sindaca Virginia Raggi. Roma era sporca e nel caos prima e lo è ancora adesso“, ha detto Gassmann all’agenzia Dire.

FONTE DIRE – www.dire.it

È SUCCESSO OGGI...