Shock a Roma, 14enne ridotta in schiavitù denuncia i genitori e li fa arrestare

0

Il padre e la madre l’avevano anche promessa in sposa. Per anni era stata costretta a vivere di stenti tra lavori di fatica e elemosina

A ottobre non ce l’ha fatta più e si è recata spontaneamente in Questura a Roma. Qui tra le lacrime ha raccontato l’inferno che ha subito per anni all’interno del proprio nucleo familiare.

LA DENUNCIA DEI GENITORI

Per una ragazza di 14 anni non c’è stato altro da fare che denunciare i genitori, una coppia di origini bosniache: i due, con violenza fisica e verbale, l’avevano costretta a vivere di stenti. Ma non solo: l’avevano obbligata a svolgere lavori domestici non certo adatti per una bambina della sua età e forzata a chiedere l’elemosina davanti a un supermercato. Addirittura l’avrebbero promessa in matrimonio a uno sconosciuto in cambio di denaro, nonostante il suo chiaro rifiuto.

LE INDAGINI SUGLI ABUSI VERSO LA 14ENNE

Per questo motivo, al termine di accurate indagini, gli agenti della Polizia di Stato del IV Distretto San Basilio hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale, su richiesta della D.D.A. nei confronti della coppia. Marito e moglie, rispettivamente di 41 e 36 anni, sono gravemente indiziati, in concorso tra loro, dei reati di riduzione o mantenimento in schiavitù e di lesioni personali gravi, con l’aggravante di aver commesso tali delitti nei confronti della figlia infra14enne. Il Giudice per le Indagini Preliminari ha disposto per l’uomo la custodia cautelare in carcere, mentre la donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari.

La ragazza, subito dopo la denuncia, è stata immediatamente collocata in una struttura protetta dove tuttora permane.
Ad ogni modo tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

FONTE DIRE – www.dire.it

È SUCCESSO OGGI...

Tre operatori Ama aggrediti, “denunciarono furti carburante”

0
Ieri mattina intorno alle 5, mentre stava entrando nella sede operativa di piazza Sapri, a Castro Pretorio, un tecnico di Ama è stato aggredito da un uomo armato di un oggetto tagliente.

Roma, 23enne muore investito da un bus: mistero sulla dinamica

0
Ennesima tragedia a Roma: un rider kenyota di 23anni è stato travolto da un bus-navetta nella rotatoria di piazza Re di Roma, nel quartiere Appio-Tuscolano. L’incidente è avvenuto intorno alle 20 di sabato 28 gennaio. Il mezzo coinvolto è una navetta privata che collega la stazione Termini all’aeroporto. Gli inquirenti indagano sulle dinamiche del sinistro, ancora avvolte nel mistero.

Binari del 1979 e nessuna manutenzione, ecco perchè a Roma si ferma la metro...

0
"È un'infrastruttura in condizioni disastrose", ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, che ha effettuato un sopralluogo a Lepanto

Anarchici: scontri a Roma, 41 persone denunciate

0
Sono 41 i soggetti identificati e denunciati dalla Polizia di Stato all'autorità giudiziaria in relazione agli scontri avvenuti ieri nella zona di Trastevere tra militanti anarchici