Juventus, parla Allegri. E allo Stadium striscioni contro Andrea Agnelli

0
Juventus, parla Allegri. E allo Stadium striscioni contro Andrea Agnelli
Juventus

Condividi

Juventus in crisi d’identità? Forse sì, forse no. “Con la squadra parlo tutti i giorni, il ritiro non è una punizione: è un momento di stare insieme e di trovare il tempo per fare doppi allenamenti, per ridare ordine”: così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, sul provvedimento di andare in ritiro in vista del derby, dopo la sconfitta in Champions. “Sono voci infondate, la squadra non ha mai chiesto di non fare il ritiro – ha aggiunto l’allenatore – ma siamo tornati da Haifa nel pomeriggio, abbiamo fatto allenamento, poi ci siamo ritrovati la mattina dopo: quando mancano i risultati si tende a vedere più nero di quello che è, ma adesso dobbiamo far parlare il campo e cercare di ottenere un risultato positivo”. 

Allegri e la posizione in campionato della Juventus

Allegri dà poi uno sguardo alla posizione in classifica che ha la Juventus. “Siamo in ritardo in campionato, stiamo pagando la settimana tra Salerno e Monza e ci sta penalizzando – aggiunge – ma ci sono 29 partite, c’è tempo per recuperare”. Sul cammino in Champions invece rinvia: “Ci penseremo dopo l’Empoli” dice l’allenatore bianconero.

Gli striscioni fuori dallo Stadium

Intanto due striscioni sono stati appesi la scorsa notte sulle cancellate dello Stadium e poi rimossi. Questi i messaggi: “Mister Allegri non dimetterti mai…chi rema contro non è degno di questa maglia” ed “Agnelli vattene”.

Messaggi con cui gli autori hanno voluto difendere il tecnico dopo le ultime sconfitte e l’avvio di stagione deficitario con la Juventus al momento tagliata fuori dalla lotta per lo scudetto e ad un passo dall’addio alla Champions. Uno dei gruppi ultras bianconeri, i Viking, provenienti da Milano, hanno condiviso le foto degli striscioni con una nota in cui si punta il dito contro il Presidente Andrea Agnelli: “Via Marotta, via Paratici, via Allegri, via Sarri, via Pirlo, via le strisce sulla maglia; via il logo; via gli ultrà dallo stadio. 700 milioni di ricapitalizzazione in 3 anni per avere, una squadra piena zeppa di mediocri, un ds preso dalla serie C, un amministratore delegato che di calcio sa solo che la palla è sferica, uno stadio trasformato in un cinema all’aperto”. “Lapo e John Elkann è l’ora delle decisioni irrevocabili”, conclude la nota degli ultrà juventini.

È SUCCESSO OGGI...

Gualtieri inaugura ‘Progeu’ e ‘Sportello Europa’ al Municipio I

0
Due nuovi sportelli nella sede del Municipio Roma I Centro di via Trionfale: uno, denominato 'Progeu', per aiutare cittadini e imprese ad accedere ai fondi comunitari e l'altro per favorire la nascita...
Bimbo di due anni cade in un pozzo di 8 metri

Roma, rogo in una sede Telecom: arriva la rivendicazione degli anarchici

0
La rivendicazione anarchica per il rogo di auto nella sede Telecom di via Val di Lanzo, zona Conca d’Oro, alla fine è arrivata: lunedì 31 gennaio su uno dei siti della galassia...

SEQUESTRO UNICUSANO, INGROIA: LO STATO RISCHIA CAUSA PLURIMILIONARIA

0
Antonio Ingroia, avvocato e già procuratore della Repubblica a Palermo, e Raffaello Lupi, docente di Diritto tributario all'Università di Tor Vergata, sono intervenuti nella trasmissione 'L'imprenditore e gli altri' condotta da Stefano...

Nasce a Roma ‘FRIdA’ per l’inclusione dei profughi in fuga dalla guerra dell’Ucraina

0
Dall'orientamento al lavoro, sanità e abitazione al sostegno alle persone svantaggiate, dalla scuola d'italiano per adulti e bambini al supporto legale, dai servizi educativi per minori alla formazione professionale: quella del progetto...

Incidente tra tre auto. Chiusa la Pontina ad Aprilia in direzione Roma

0
A causa di un incidente stradale, temporaneamente chiusa la statale 148 "Pontina" all'altezza di Aprilia al km 47,100, in direzione Roma. Il sinistro, le cui cause sono ancora in corso di accertamento,...