Omicidio Willy, i giudici: «Dai fratelli Bianchi una furia cieca»

0
Omicidio Willy, i giudici: «Dai fratelli Bianchi una furia cieca»
Willy, fratelli Bianchi

ARTICOLI IN EVIDENZA

“L’irruzione dei fratelli Bianchi sulla scena di una disputa sino ad allora solo verbale, e comunque in fase di spontanea risoluzione, fungeva da detonatore di una cieca furia”.

E’ quanto scrivono i giudici della Corte d’Assise di Frosinone nella motivazioni della sentenza con cui hanno disposto l’ergastolo per i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, 23 anni Francesco Belleggia e 21 Mario Pincarelli, accusati della morte di Willy Monteiro Duarte.

Azione violenta dei fratelli Bianchi

Per i giudici, «l’azione violenta, invero già in atto in quanto i due fratelli si erano fatti largo fra la folla a spintoni e manate, a quel punto otteneva ulteriore impulso. I quattro si compattavano a falange ed avanzavano in modo sincrono, impattando contro il corpo del povero Willy che si era appena intromesso per capire cosa stesse accadendo».

Il violentissimo calcio frontale

Inoltre, secondo i magistrati, «è proprio in quel momento che egli veniva colpito da Gabriele Bianchi con un violentissimo calcio frontale al petto portato con tecnica da arti marziali che lo sbatteva contro un’auto in sosta. Ed il tentativo del povero ragazzo di rialzarsi veniva respinto dapprima con un pugno del medesimo Gabriele Bianchi mentre il fratello con un calcio neutralizzava il tentativo del Cenciarelli di correre in aiuto di Willy e, poi, da calci e pugni inferti da tutti e quattro gli imputati, finanche mentre il ragazzo era inerme a terra; il tutto nel brevissimo volgere di pochi secondi. Quindi i quattro correvano via e salivano in auto dandosi a precipitosa».

Leggi anche: Morto per un calcio alla testa, il caso di Niccolò Ciatti

È SUCCESSO OGGI...

Roma più “verde”, 69 milioni per nuovi alberi e la riqualificazione di parchi e...

0
Il sindaco Gualtieri e l'assessore Alfonsi presentano il piano per rendere Roma più 'verde', da Villa Ada a Castel Fusano. Gli interventi finanziati con 69 milioni

Roma: fuochi d’artificio, rose e fumogeni per il funerale del boss Biagio Sparapano

0
Una specie di tributo al boss con fuochi d’artificio, lancio di rose, fumogeni e un corteo accompagnato dal suono dei clacson: così è stata celebrata la scomparsa del boss Biagio Sparapano.

Ecco i nuovi cassonetti di Roma, si parte da viale Libia e via Appia...

0
Arrivano a Roma i nuovi cassonetti per la raccolta dei rifiuti su strada. Sono più grandi e capienti, non si potranno spostare nè rovesciare e avranno una nuova forma a campana

Auto fuori strada, 4 giovanissimi morti nell’impatto: avevano da 19 a 22 anni

0
L'ennesimo drammatico incidente stradale. Quattro giovani dell'alto Tevere umbro, sono morti nella notte in uno schianto avvenuto in località Altomare a San Giustino Umbro.

Roma, investito e ucciso sulla Nomentana

0
La vittima aveva 61 anni, lavorava nella capitale ma era di Monastier, in provincia di Treviso. È stato rinviato a giudizio lo scooterista di 48 anni di Guidonia