Pigmenti tatuaggi, le nuove norme europee

0

Tatuaggi Sport: cosa bisogna sapere? Il mondo dello sport ed il settore dei tatuaggi sono spesso correlati da moltissimi fattori, ne parliamo con una delle massime autorità in fatto di tattoo e piercing nel panorama nazionale ed internazionale Marco Manzo che abbiamo intervistato a Roma presso il suo celeberrimo Tribal Tattoo Studio, meta di molte star e atleti importanti.

Tra i diversi nomi che si annoverano tra i clienti di Marco Manzo troviamo infatti Di Biagio, D’Amico, Paolo Negro, Dell’Anno ma anche il capitano della Lazio femminile.

Per molte persone lo sport è una delle parti anche fondamentali della propria vita. Vi dedicano sforzi allenamento e passione, dunque essendo il tatuaggio una mappa di ricordi della vita che può raccontare e ricordare momenti positivi e momenti negativi, molti scelgono di segnare le tappe e gli obiettivi raggiunti anche in ambito sportivo proprio sulla pelle chi attraverso metafore, chi attraverso scudetti, coppe e riconoscimento di diverso genere.

Noi in quanto tatuatori siamo onorati di poter rappresentare attraverso l’arte qualcosa di immortale e memorabile per chi sceglie di celebrare lo sport attraverso il tatuaggio e per noi non è soltanto mettere in luce le nostre capacità artistiche ma sentire proprio i racconti delle singole persone rispetto al proprio percorso personale.

Il mondo dello sport attraverso il tatuaggio: dalle olimpiadi agli scudetti

Moltissimi campioni delle Olimpiadi scelgono di dedicare un tatuaggio a questo importante traguardo: dai cerchi alle discipline stesse; di recente abbiamo infatti tatuato una campionessa di Triathlon con il logo dello sport in questione.

Anche le persone comuni, appassionate di sport e non necessariamente atleti in prima linea, scelgono di tatuarsi qualcosa che rappresenta per loro un’emozione data da quella particolare passione: lo scudetto calcistico, lo stemma della propria squadra del cuore o anche ritratti e nomi dei propri idoli, dal calcio al basket internazionale.

Non mancano tra i tifosi coloro che richiedono di poter riprodurre il tatuaggio del proprio calciatore preferito ma in questo caso siamo soliti sconsigliare tale pratica poiché secondo la nostra filosofia, il tatuaggio deve rappresentare qualcosa di unico e di strettamente personale.

Ma soprattutto il consiglio che rivolgiamo sempre a tutti coloro che decidono di tatuarsi per la prima volta è di rivolgersi sempre e solo a studi autorizzati e a professionisti del settore che possano garantire un buon risultato e la massima sicurezza nell’esecuzione.

Per conoscere di più su Marco Manzo e sul Tribal Tattoo Studio di Roma, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale.https://www.tribaltattootatuaggiroma.it/pigmenti-tatuaggi/

È SUCCESSO OGGI...

Roma, investito e ucciso sulla Nomentana

0
La vittima aveva 61 anni, lavorava nella capitale ma era di Monastier, in provincia di Treviso. È stato rinviato a giudizio lo scooterista di 48 anni di Guidonia

Roma: fuochi d’artificio, rose e fumogeni per il funerale del boss Biagio Sparapano

0
Una specie di tributo al boss con fuochi d’artificio, lancio di rose, fumogeni e un corteo accompagnato dal suono dei clacson: così è stata celebrata la scomparsa del boss Biagio Sparapano.

Ecco i nuovi cassonetti di Roma, si parte da viale Libia e via Appia...

0
Arrivano a Roma i nuovi cassonetti per la raccolta dei rifiuti su strada. Sono più grandi e capienti, non si potranno spostare nè rovesciare e avranno una nuova forma a campana

Auto fuori strada, 4 giovanissimi morti nell’impatto: avevano da 19 a 22 anni

0
L'ennesimo drammatico incidente stradale. Quattro giovani dell'alto Tevere umbro, sono morti nella notte in uno schianto avvenuto in località Altomare a San Giustino Umbro.

Roma più “verde”, 69 milioni per nuovi alberi e la riqualificazione di parchi e...

0
Il sindaco Gualtieri e l'assessore Alfonsi presentano il piano per rendere Roma più 'verde', da Villa Ada a Castel Fusano. Gli interventi finanziati con 69 milioni