Vivere eco-friendly: gli italiani più responsabili anche in casa

0
Vivere eco-friendly: gli italiani più responsabili anche in casa

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il tema della sostenibilità diventa sempre più importante, ogni giorno che passa, e infatti sono numerosi gli italiani che quotidianamente cercano di adottare uno stile di vita eco-friendly. Eppure si può sempre migliorare, anche se si crede di essere perfetti in ogni atteggiamento, perché l’attenzione nei confronti delle esigenze della natura non è mai troppa.

Gli italiani sono più eco-friendly anche in casa

Come anticipato poco sopra e come emerge dalle ultime ricerche condotte, le famiglie italiane iniziano ad adottare comportamenti sempre più corretti nei confronti del pianeta e dell’ambiente circostante. Si fa ad esempio riferimento alle maggiori attenzioni per la raccolta, la differenziazione e lo smaltimento dei rifiuti. Per non parlare della graduale abolizione della plastica in casa, sempre più spesso sostituita dalle eco-plastiche o dal vetro. 

Naturalmente anche in sede di acquisto i consumatori sono sempre più attenti: per fare un esempio concreto, oltre la metà degli italiani sceglie sempre più spesso i prodotti biologici e a chilometro zero, preferendoli ai prodotti confezionati e agli alimenti con una filiera di produzione poco chiara o non specificata. Non si finisce qui, perché aumentano le attenzioni anche nei confronti degli sprechi energetici: la pandemia ha fatto crescere gli importi in bolletta, per via del tanto tempo trascorso in casa, dunque in tanti cercano di correre ai ripari, anche per una questione economica. Si tagliano quindi gli sprechi di luce e gas, ma si cerca anche di intervenire a monte, scegliendo fornitori con un minor impatto sull’ambiente come Engie, per citarne uno. Infine, le attenzioni degli italiani non si limitano alla casa ma vanno anche oltre: qui si fa riferimento alla scelta dell’elettrico per la mobilità e a opzioni sempre più gettonate come il car sharing.

Consigli utili per vivere in modo sostenibile

Per prima cosa, è essenziale imparare ad analizzare quanto si spreca in casa, ed è una regola che vale per qualsiasi risorsa preziosa: l’acqua, l’energia elettrica, il gas e ovviamente il cibo. Bisogna capire che ogni spreco produce un danno non solo all’ambiente ma anche al portafogli, cosa che può fungere da forte stimolo per abbracciare una quotidianità più sostenibile. È importante ad esempio imparare ad usare correttamente gli elettrodomestici grandi, perché spesso fonte degli sprechi maggiori. Serve fare attenzione all’utilizzo della luce elettrica, magari approfittando della domotica e dell’IoT per automatizzarne l’accensione e lo spegnimento.

Altri consigli utili? Sarebbe opportuno installare le lampade LED a risparmio energetico, ed evitare di esagerare con la gestione dei climatizzatori. Una regola che vale sia per il riscaldamento in inverno, sia per la refrigerazione domestica in estate. In secondo luogo, non bisogna lasciare i piccoli elettrodomestici in stand-by, perché sprecano comunque energia. Infine, meglio evitare di acquistare beni per la casa non necessari, approfittando del fai da te e del riuso.

È SUCCESSO OGGI...