Criptovalute: imparare a investire in Bitcoin con gli esperti di TradingCenter.it

0
Criptovalute: imparare a investire in Bitcoin con gli esperti di TradingCenter.it

ARTICOLI IN EVIDENZA

La corsa delle criptovalute non accenna ad arrestarsi e, tra chi mette in guardia sui rischi legati all’alta volatilità che le caratterizza, e i ferventi sostenitori delle blockchain, le principali valute digitali hanno già fatto registrare un nuovo record. A metà aprile Bitcoin ha sfondato quota 64.000 dollari, mentre la sua principale concorrente Ethereum, è passata dai 1500 dollari di fine 2020 a 3000 dollari. Una primavera effervescente, insomma, che non lascia delusi gli investitori.

Secondo gli esperti di TradingCenter.it, investire in criptovalute è uno dei maggiori trend del mercato finanziario, tanto che sono già moltissimi i traders che hanno inserito nel portafoglio queste monete virtuali. Queste, tuttavia, non sono esenti da rischi e per realizzare un buon guadagno bisogna studiarne le caratteristiche rimanendo sempre aggiornati sul mercato.

Se si vuole fare trading con i bitcoin, infatti, è importante valutare se si vuole aprire una posizione presso un broker online o se si preferisce acquistare i token direttamente dall’exchange. Si tratta di due modalità differenti e, non essendocene una giusta e una sbagliata, è solo il trader che saprà fare la scelta più oculata in base alla strategia che vuole portare avanti.

Fare trading su Bitcoin

Se si decide di investire in bitcoin bisogna necessariamente attivare un account presso una piattaforma di trading. Questa funge da intermediario tra l’utente e il mercato e, come sottolinea TradingCenter.it, la sua scelta è molto importante in quanto può giocare un ruolo determinante sulla riuscita dell’investimento. Sebbene Bitcoin non sia assolutamente una truffa, una buona parte dell’opinione pubblica non si fida dei broker che lo trattano perché incappare in frodi non è un’eventualità così remota.

Per questo motivo è opportuno affidare il proprio capitale solo a operatori certificati che godono di una solida reputazione sia nel mondo digitale che offline; in Italia la licenza da ottenere per essere considerati una piattaforma trasparente è quella della Consob, mentre a livello europeo è valida la regolamentazione della CySEC.

Una volta individuato il broker dove aprire il conto, il trader deve impostare una strategia di investimento, andando a diversificare la propria allocazione del budget (in gergo finanziario “asset allocation”) sulla base delle caratteristiche intrinseche dell’asset, del grado di rischio che comporta e infine della conformazione del mercato nel momento in cui si decide di aprire una posizione.

Attualmente Bitcoin ha raggiunto delle quotazioni talmente stellari che ben poche persone si possono permettere di acquistarlo. Per questo motivo moltissimi trader per scambiarlo utilizzano i CFD. I CFD (l’acronimo sta per “contracts for difference) non prevedono di comprare materialmente la criptovaluta, bensì di speculare sulla variazione di prezzo che intercorre tra il momento dell’acquisto e quello della vendita del sottostante

Comprare Bitcoin

Oltre al trading è anche possibile limitarsi a comprare la moneta digitale direttamente da un exchange, sebbene nel caso di Bitcoin questa sia un’operazione che non molte persone potrebbero permettersi. Esistono diversi exchange che operano a livello globale ma, prima di sceglierne uno, è consigliabile verificarne l’affidabilità leggendo qualche recensione online.

Una volta individuato l’exchange non resta che selezionare la quantità di token da comprare e poi riporli nel wallet, ovvero il portafoglio virtuale. Gli operatori applicano in genere un tasso di cambio e delle commissioni sul prelievo; queste possono variare tra il 3 e il 10% quindi è sempre meglio prima controllare quale tariffa applicherà l’exchange scelto. Oltre ai costi altre due caratteristiche da tenere in considerazione sono i limiti imposti dalla piattaforma (su alcune, ad esempio, non si può acquistare più di 1000 euro di Bitcoin al giorno) e la velocità negli scambi.

È SUCCESSO OGGI...