Investimenti: non si arresta il successo del social trading tra gli utenti

0
Investimenti: non si arresta il successo del social trading tra gli utenti

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il mondo del trading online è in continua evoluzione e, di conseguenza, anche il concetto di investimento in borsa si arricchisce anno dopo anno. In questo come in tanti altri settori, lo sviluppo tecnologico va di pari passo con quello professionale e addirittura con quello culturale: ecco dunque spiegato come mai anche la semplice attività di trading non può più venire ridotta alla semplice compravendita di asset. 

Il mondo della finanza un tempo era chiuso in se stesso e veniva frequentato dai soli addetti ai lavori. In questo periodo storico le cose stanno molto diversamente: le borse virtuali sono animate da milioni di appassionati il cui apporto va ben oltre gli acquisti e le cessioni. Oggi anche il mercato è un luogo sociale e dunque non sorprende che un numero sempre crescente di utenti voglia imparare come fare Social Trading, un’attività che consente ai traders di interagire con gli altri investitori al fine di migliorare le proprie strategie e utilizzarle nei mercati azionari.

I broker: non solo intermediari

Prima di entrare nel dettaglio di un’attività specifica quale il social trading è sicuramente utile spiegare che i broker non sono semplici siti atti a connettere il trader ai mercati. Certo, queste piattaforme sono innanzitutto degli intermediari e, da questo punto di vista, ereditano sicuramente le funzioni dei vecchi broker in carne e ossa: professionisti della finanza che si recavano fisicamente presso le borse, per poi proporre al proprio parco clienti asset e investimenti selezionati. 

I broker online sono però anche molto più di questo: si tratta infatti di siti spesso dotati di condizioni e addirittura di modalità d’uso spesso uniche nel loro genere. Ad esempio, alcuni broker associano l’attività di trading ad articoli e materiale informativo vario; altri puntano forte su modalità quale il “conto demo”, che permette ai meno esperti di fare pratica con gli strumenti finanziari senza rischiare il proprio denaro. Altri ancora hanno cercato una strada ibrida, strizzando l’occhio ai social network ed andando a creare i presupposti che avrebbero permesso la nascita del cosiddetto “social trading”. 

Che cosa è il social trading

Il primo broker ad intuire le potenzialità sociali del trading online è stato eToro: un sito che, in effetti, è soprattutto una community. Iscrivendosi ad eToro ci si trova infatti in una situazione non troppo diversa da quella che caratterizza social veri e propri quali, ad esempio, Facebook o Twitter. 

Attraverso una dashboard l’utente può visionare altri profili e può interagire con loro: ci si possono scambiare pareri sull’asset o lo strumento finanziario del momento, ma, come è facile immaginare, si può anche parlare di tutt’altro. Ebbene, questo libero flusso di comunicazione e di informazioni tra i vari trader che frequentano lo stesso broker si chiama proprio “social trading”: una formula che ha avuto grandissimo successo e che, di fatto, ha eliminato ogni barriera tra gli investitori di professione ed i trader alle prime armi. 

I vantaggi del social trading

Il social trading non è però soltanto interazione tra utenti. Infatti alcuni broker hanno imparato a generare un doppio guadagno da questo nuovo contatto inedito tra investirori. Restando ad eToro, è il caso dei cosiddetti “popular investors”: questi ultimi sono alcuni tra i trader più seguiti nella piattaforma e, di fatto, possono venire paragonati agli influencer. 

EToro retribuisce i propri popular investors, ma la loro attività porta vantaggi evidenti anche agli investitori meno esperti, che possono osservare il loro operato e, in certi casi, addirittura copiarlo automaticamente sul proprio profilo. In questo caso la funzione si chiama “Copy Trading”, sfrutta un algoritmo proprietario di questo broker e consente di agganciare il proprio profilo a quello di qualcun altro, copiando tutti gli investimenti e le operazioni di quest’ultimo. 

 

 

 

 

È SUCCESSO OGGI...