“No ad aperture per Pasqua”. da Roma in provincia protestano i lavoratori del commercio

0
“No ad aperture per Pasqua”. da Roma in provincia protestano i lavoratori del commercio

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Abbiamo indetto lo stato di agitazione dei lavoratori del commercio per protestare contro la decisione di alcune aziende della distribuzione di aprire al pubblico nella domenica di Pasqua e nelle prossime festivita’ di Pasquetta, 25 aprile e primo maggio: tenendo conto dell’emergenza in atto, riteniamo che si tratti di una scelta inopportuna e irresponsabile”. E’ quanto si legge in una nota dei Segretari Generali della Filcams CGIL Roma Lazio, Alessandra Pelliccia, della Fisascat-CISL Lazio e Roma Capitale e Rieti, Carlo Costantini e Stefano Diociaiuti, e della Uiltucs Roma e Lazio, Giuliana Baldini.
“Contestualmente, proclamiamo lo sciopero di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori ai quali si applicano i diversi CCNL del settore commercio, e soprattutto per chi ha l’obbligo alla prestazione festiva nel contratto di lavoro. Da anni, ormai, ribadiamo che la liberalizzazione selvaggia delle aperture festive rappresenta ‘uno stravolgimento del vivere sociale della nostra comunita’ democratica, fondata anche sul valore sociale delle festivita”: tuttavia, adesso piu’ che mai riteniamo che sia inaccettabile che ai lavoratori della distribuzione alimentare, dopo un anno terribile di carichi di lavoro, stress ed esposizione al contagio, sia chiesto di essere esposti al rischio anche durante momenti di festa. Di queste aperture possiamo davvero fare a meno, ci ascoltino aziende e istituzioni”.

È SUCCESSO OGGI...