La valutazione delle performance aziendali

0
La valutazione delle performance aziendali

ARTICOLI IN EVIDENZA

Le performance aziendali servono a capire come sta andando l’azienda e quali sono i ritorni a livello di business.
Per valutare queste prestazioni ci si avvale delle KPI, acronimo di Key Performance Indicator, ossia gli indicatori chiave per stabilire l’andamento di un’azione economica.
Conoscere i dati della propria azienda e interpretarli per avere informazioni strategiche è fondamentale per la crescita dell’azienda e per affrontare le emergenze. 


Il Covid19, che ha generato mesi di lavoro a distanza e periodi di chiusura, ha fatto sì che le aziende si interrogassero su come gestire il flusso di dati a distanza e soprattutto come verificare le prestazioni dei propri dipendenti. 


Si è creata così una grande richiesta di software di gestione, per aiutare le aziende a svolgere il controllo sui dati.
Sul sito https://dialog.it/ ci sono diverse soluzioni per la valutazione delle performance aziendali e diversi consigli su quali aspetti considerare in base agli obiettivi da conseguire. I numeri che si ottengono dalla raccolta dei dati infatti da soli non sono efficaci per valutare l’andamento dell’azienda.

 
C’è bisogno di interpretarli con le chiavi giuste e soprattutto inserirli nel contesto di mercato in cui si opera. Solo analizzando in maniera strategica i risultati ottenuti i dati diventano un patrimonio inestimabile e l’azienda acquista un vantaggio competitivo sui concorrenti.
Non dimentichiamo infine l’importanza della costanza nelle valutazioni delle performance. Non deve infatti restare un’operazione fine a sè stessa ma deve ripetersi in maniera continua e soprattutto modificarsi in base alle esigenze. Se dunque si avvia un processo di valutazione delle prestazioni per calcolare l’efficacia di un piano aziendale, bisogna perseguirlo fino in fondo rendendolo un sistema che crea valore all’interno dell’azienda e nel quale tutti sono invitati a intervenire per proporre miglioramenti ed eventuali avanzamenti tecnologici.  


Gli elementi base
Per avviare un processo di valutazione delle performance all’interno di un’azienda è fondamentale partire da un elemento principale: l’obiettivo da conseguire. Senza un obiettivo chiaro e condiviso con il team non si può procedere nell’elaborazione delle chiavi di prestazione. A seconda dell’obiettivo infatti si modificano i criteri di valutazione. Le stesse performance dei dipendenti devono essere valutate in base alle loro competenze e al loro ruolo all’interno del piano stabilito.

Gli indicatori più utilizzati
La triade ROE, ROS e ROI rappresenta la più comune per la valutazione delle performance.
Nel primo caso parliamo del Return On Equity, ossia la rendita che gli investitori hanno sul capitale; il secondo acronimo sta per  Return On Sales, ossia la redditività media delle vendite ed è un parametro fondamentale per tenere il confronto con i competitor.
Chiude il trio il ROI, ossia il Return On Investment, il parametro che stabilisce il rapporto tra reddito operativo e il totale del capitale investito in azienda. È il parametro più strategico per l’azienda ed è valutare eventuali nuovi investimenti in base ai guadagni prodotti.
A queste tre importanti sigle, si aggiungono altre valutazioni interne, come la produttività del personale e i costi di produzione, due aspetti che vanno costantemente monitorati anche per considerare modifiche, come ad esempio cambi di ruolo o utilizzo di materiali più performanti.


È SUCCESSO OGGI...