Copywriting per la landing page

0
Copywriting per la landing page

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il Copywriting è il primo fattore di conversione di una Landing Page. Content University insegna, nei suoi corsi di copywriting, a creare Landing Page ad alta conversione, proprio grazie a tecniche di copywriting per vendere. 

Vediamo quali sono gli elementi fondamentali di una Landing Page in cui il copywriting è essenziale. 

Quando atterriamo su una Landing Page la prima cosa che vediamo è la Hero Section, vale a dire una porzione della Landing Page subito visibile (chiamata anche Above the Fold). 

Quasi il 90% delle persone non va oltre la Hero Section, se non la trova subito interessante e rilevante: per questo è così importante che il copy di questa sezione sia preciso e funzionale. 

Il copywriter nella Hero Section ha un obiettivo: quello di fare andare avanti a leggere la Buyer Persona. 

Lo scopo quindi non è quello di vendere subito, ma di fare proseguire la lettura. 

Per il copywriting, abbiamo tre elementi (più uno) che possiamo utilizzare: 

  • titolo (che spesso diventa Value Proposition), 
  • sottotitolo, che spiega in dettaglio la Value Proposition, 
  • CTA (Call to Action), la richiesta di azione, 

 spesso supportati da un’immagine. 

 

La Hero Section 

fonte: www.leapsome.com

In questo esempio, abbiamo il titolo, con una Value Proposition: “fai crescere le tue persone, fai scalare il tuo business”. 

Il copywriter deve essere attento a riassumere, in una frase semplice e diretta, tutto il vantaggio differenziante dell’offerta. La Value Proposition deve incuriosire, deve spingere la persona a leggere ancora nella Landing Page, a fare un’iscrizione gratuita. 

Il sottotitolo spiega in dettaglio quali vantaggi offre il prodotto: il copywriter deve rispondere alla domanda: “perché questa soluzione è adatta a me?”

Infine, il pulsante con la Call to Action, che spinge la persona a fare un’azione – il copywriting, in questo caso, viene utilizzato per accompagnare la Buyer Persona a continuare il Customer Journey con noi. 

La descrizione di caratteristiche tecniche, vantaggi e risultati

La Landing Page continua con la descrizione di

  • Caratteristiche tecniche
  • Vantaggi 
  • Risultati

che servono per fare comprendere come il prodotto o servizio presentato sia la soluzione ideale per il cliente. 

Fonte: https://store.canon.it/canon-eos-90d-ef-s-18-135mm-is-usm/3616C028/

In questo esempio del negozio Canon, vediamo come le specifiche tecniche siano accompagnate da una descrizione dei vantaggi e dei risultati che la persona potrà avere grazie all’utilizzo del prodotto. 

Il copywriter deve riuscire a trasmettere il valore del prodotto per giustificarne il prezzo. Per molti prodotti, inoltre, le caratteristiche tecniche spesso sono poco comprensibili per molti utenti non esperti e quindi hanno bisogno di una spiegazione che faccia comprendere perché il prodotto è la soluzione ideale per loro. 

Il copywriting in questa parte della Landing Page è fondamentale, per trasmettere questo messaggio, combinando caratteristiche tecniche, vantaggi e risultati. 

Quando il prodotto ha un ISO fino a 25.600, se ci limitassimo a tenere solo la caratteristica tecnica nella descrizione del prodotto, molti utenti non professionisti potrebbero non vederne il valore. 

Il copywriter deve togliere dubbi, e non aggiungerli, all’interno di una Landing Page. Quindi, inserisce anche un vantaggio: 

 “Cattura l’ambiente in condizioni di scarsa luminosità”

Adesso anche l’utente meno esperto ha compreso che la Canon di cui sta guardando la Landing Page gli permetterà di fare belle foto anche la sera. Se è quello che cerca, la Buyer Persona continuerà la lettura. 

La Call to Action nel copywriting per la Landing Page 

Un altro elemento essenziale che il copywriter deve studiare molto attentamente nella landing page è la Call to Action, o CTA. 

Prima di tutto, non è sempre detto che la CTA migliore sia la solita “compra ora”, o “iscriviti subito”: le CTA personalizzate, rispetto al copy della Landing Page, sono spesso più chiare ed efficaci. 

Se ad esempio, il testo della Landing Page chiede al cliente: “sei pronto a diventare un esperto di Photoshop?” per prepararlo all’iscrizione al corso, la CTA migliore sarà personalizzata, ad esempio “Sì, fammi diventare un PRO di Photoshop”. Una CTA molto più lunga del normale, che però mostra il valore nel premere quel pulsante e toglie l’attenzione sul “comprare” che vuole dire, per la persona, “spendere soldi”, non proprio un messaggio positivo. 

Le CTA devono essere ben strutturate, perché non devono mettere fretta: la prima Call to Action nella Hero Section della Landing Page, ad esempio, può essere semplicemente “continua a leggere,” “guarda il video”, o “iscriviti alla prova gratuita”. 

Altre Call to Action possono spingere la persona a scaricare un documento, per avere la sua mail e poterla contattare con un’offerta, oppure offrire una demo o l’appuntamento con un venditore. 

La funzione del copywriter in questo caso è quella di scrivere CTA personalizzate e pertinenti e distribuirle in modo omogeneo e strategico sulla pagina. 

È SUCCESSO OGGI...

ROMA, LA CASSAZIONE CONFERMA LA CONFISCA DI BENI PER 12 MLN A UN 59ENNE

0
La Corte di Cassazione ha confermato la confisca del patrimonio riconducibile a Fernando Mancini, 59 anni, del valore di oltre 12 milioni di euro, gia' disposta a maggio di quest'anno dalla Corte...