Romaeuropa Festival teatro: all’Argentina “The Museum” del regista palestinese Bashar Murkus

0
Romaeuropa Festival teatro: all’Argentina “The Museum” del regista palestinese Bashar Murkus

ARTICOLI IN EVIDENZA

Nell’ambito la rassegna  Romaeuropa festival al Teatro Argentina (rigorosamente blindato da misure anti-covid)  ultimo giorno, oggi giovedì,   per la rappresentazione di  The Museum di Bashar Murkus drammaturgo e regista palestinese  fondatore del Khashabi Theatre di Haifa in Israele. ,

Bashar  è uno dei protagonisti più vivaci della scena teatrale indipendente palestinese. Autore  più volte premiato riesce a trasformare la realtà quotidiana in teatro avvicinandosi a un largo pubblico. Fortemente legato alla sua Palestina rappresenta e analizza i  nessi tra la vita della sua comunità e i fattori politici e sociali che incidono sulla attuale situazione del suo popolo.

Fama confermata con questo suo The Theatre dove si sviluppa un dialogo serrato fra i due protagonisti che affrontano crudamente il tema della violenza. 

Un uomo, un artista e intellettuale, ha commesso un attentato al museo di arte contemporanea uccidendo 49 bambini e un insegnante senza riuscire nel suo intento suicida. Condannato a morte dopo  7 anni arriva  il giorno della sua esecuzione, ma per questo suo ultimo giorno di vita chiede condividere il pasto proprio  il detective della polizia che ha seguito il suo caso portandolo alla condanna . 

I due si incontrano nella stanza dove al condannato verrà praticata l’iniezione letale e li, alla fine pur nei diversi ruoli,  sviscereranno la loro natura autodistruttiva. L’attentatore nudo su una tavola quasi da obitorio, il detective talora umano e comprensivo, altre volte feroce nei suoi atteggiamenti violenti e aggressivi verso quello che è ormai il suo agnello sacrificale.  

L’interpretazione dei due attori è davvero intensa, sottolineata dalle asprezze della lingua originale, da un gioco alternato di luci che riempie gli spazi del dialogo e da musiche talora intensamente ritmate e intervallate dall’aria Castadiva della Norma di Bellini che è un invito melodico alla pace e alla riconciliazione.con le parole “Spargi in terra quella pace/Che regnar tu fai nel ciel…”

Una rappresentazione non ideologica ma profondamente umana che non dà risposte se non per assurdo a quella violenza che comunque è un atto umano con profonde radici nella psiche di chi la pratica.

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...

Scoperta camera da letto

Marito e moglie trovati morti in casa ad Ariccia

0
I cadaveri di un uomo e una donna, marito e moglie, pensionati, sono stati trovati ieri ad Ariccia, vicino a Roma, in una villetta in via Marinelli 4 dove la coppia viveva....

Coronavirus, allo Spallanzani aumentano i ricoverati

0
Sono 117 i pazienti positivi al tampone per la ricerca del Covid ricoverati allo Spallanzani, in aumento rispetto a ieri di 7 unita'. Nel bollettino odierno dell'istituto di ricerca si legge che...

Romaeuropa Festival teatro: all’Argentina “The Museum” del regista palestinese Bashar Murkus

0
Nell’ambito la rassegna  Romaeuropa festival al Teatro Argentina (rigorosamente blindato da misure anti-covid)  ultimo giorno, oggi giovedì,   per la rappresentazione di  The Museum di Bashar Murkus drammaturgo e regista palestinese  fondatore del...