A scuola a turno, scattano le proteste in una scuola romana

0
A scuola a turno, scattano le proteste in una scuola romana

ARTICOLI IN EVIDENZA

Sono tornati in classe il primo giorno di
apertura, il 14 settembre, ma dopo qualche ora di lezione sono
rientrati a casa. Per gli studenti dell’istituto di istruzione
secondaria di primo grado Parco della Vittoria, a Roma, nel
quartiere Prati, e’ partita infatti la turnazione delle presenze.
Una soluzione adottata da molti dirigenti scolastici per ovviare
al problema degli spazi, che ha provocato pero’ le proteste dei
genitori. Questa mattina un piccolo gruppo di mamme e papa’ si e’
riunito davanti alla sede di Via Mordini, il plesso ‘Gioacchino
Belli’, per chiedere risposte alla dirigente scolastica, Carla
Costetti.
“Ieri mio figlio ha iniziato le lezioni ma adesso non andra’ a
scuola fino a mercoledi’ prossimo”, racconta una mamma. Secondo
il racconto dei genitori, infatti, gli studenti e le studentesse
la prossima settimana entreranno una sola volta: il 23 le seconde
classi, il 24 le terze e il 25 le prime. “Questo piano ci e’
stato comunicato solo ieri- afferma un’altra mamma- la didattica
a distanza non e’ stata attivata, non c’e’ programmazione, non
c’e’ comunicazione, non c’e’ nulla”.
Ma davanti al plesso di Via Col di Lana, lo stesso frequentato
anche dal figlio del premier Giuseppe Conte, qualcuno prova a
smorzare le polemiche. “C’e’ una turnazione a causa della
mancanza di spazi, certo la situazione non e’ ottimale, ma
aspettiamo e vediamo cosa succede nelle prossime settimane, e’
una situazione comune a tante scuole- commenta una mamma- io sono
solidale con il personale scolastico. Certo, se la situazione
dovesse continuare cosi’, a perdere saranno soprattutto i
ragazzi”.
Poco poi di 1.500 gli alunni dei due plessi, un numero in
crescita rispetto agli anni scorsi. “Si poteva almeno evitare di
aumentare le sezioni fino alla R- aggiunge un papa’- molti di noi
stanno pensando di far cambiare scuola ai nostri figli per
spostarli alle private”.
La dirigente scolastica incontrera’ i rappresentati di classe
questo pomeriggio in streaming, ma per molti genitori e’ gia’
tardi. “Cosi’ non viene tutelato il diritto allo studio dei
ragazzi- dicono- sicuramente ci sono problemi legati alla
mancanza di banchi e dell’organico, ma in altre scuole si sono
organizzati tempestivamente. Qui si sono svegliati adesso. E noi
genitori navighiamo a vista”.

È SUCCESSO OGGI...

Studente positivo al Coronavirus: scatta la quarantena in una scuola a Roma

0
Con un avviso sul sito della scuola, l'istituto comprensivo 'Simonetta Salacone' di Roma, in zona Centocelle, ha comunicato la positivita' al tampone di un alunno della sezione A del plesso infanzia Guattari....

A scuola a turno, scattano le proteste in una scuola romana

0
Sono tornati in classe il primo giorno diapertura, il 14 settembre, ma dopo qualche ora di lezione sonorientrati a casa. Per gli studenti dell'istituto di istruzionesecondaria di primo grado Parco della Vittoria,...

Roma, sferrato un duro colpo al mercato del narcotraffico da parte. Sequestrati oltre 400mila...

0
Questa settimana gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato di Torpignattara, diretto da Giuseppe Amoruso, hanno eseguito sette ordinanze di custodia cautelare di cui 5 in carcere e 2 agli arresti domiciliari,...