Venezia Cinema, “Gaza mon amour” i sentimenti nella striscia palestinese inquieta e assediata

0
Venezia Cinema, “Gaza mon amour” i sentimenti nella striscia palestinese inquieta e assediata

ARTICOLI IN EVIDENZA

Può nascere una delicata storia d’amore fra un uomo e una donna di mezza età in un territorio che si considera in guerra e vessato da una occhiuta burocrazia islamica? Ebbene si, ce lo racconta il film  Gaza Mon Amour dei fratelli Tarzan e Arab Nasser, presentato alla 77a Mostra del Cinema di Venezia, nella sezione Orizzonti.

Un vigoroso pescatore sessantenne scapolo, che vive di quel poco che Israele concede alla pesca entro i limiti dei 5 chilometri dalla costa, decide di sposarsi perseguitato da una sorella invadente che vorrebbe scegliere lei la futura sposa, mentre il figlio non vede l’ora di fuggire dall’incubo di Gaza  per approdare, con qualunque mezzo, in Europa.

Lui il pescatore, ha deciso di restare e di accasarsi nonostante le interruzioni di corrente quotidiana, i debiti per l’acquisto dei generi alimentari, i tagli di salari, la disoccupazione e l’onnipresente autorità islamica che decide anche di sbatterlo in galera dopo che lui ha letteralmente pescato un antico bronzo di Apollo (peraltro rinvenimento reale citato a suo tempo dalle cronache) senza avere consapevolezza dell’enorme valore del reperto del quale tenta di vendere il pene staccatosi incidentalmente dalla statua.

Eppure la donna della sua vita l’ha già adocchiata: una vedova   attempata che fa la sarta per un magro salario e una figlia divorziata che frequenta l’università ed è chiaramente imbevuta di modelli occidentali. 

Inizia così un corteggiamento timido e impacciato, talora goffo, fatto di piccoli gesti, approcci mancati e una certa ritrosia  della donna preoccupata della sua onorabilità.

Infine l’attempato pescatore  riuscirà a conquistare l’amata con un finale a sorpresa, quando i due abbracciati nella sua barca verranno avvisati da una raffica israeliana di aver superato il limite dei cinque chilometri. Indifferenti, e senza alcuna reazione o panico i due continueranno nell’abbraccio impermeabili alle  minacce di un mondo inquieto che non potrà intaccare i loro sentimenti.  

Lo stile dei fratelli Nasser è tutto giocato sui personaggi del pescatore  barbuto e trasandato e sulla vedova con i loro  sguardi, i sorrisi, i le camminate, l’imbarazzo, i piccoli scontri tra una madre e sua figlia giovane divorziata, la ritrosia del pescatore nei confronti della sorella. 

Ma sullo sfondo di questa vicenda di sentimenti, tracciata con delicatezza, c’è la vita di Gaza con l’arroganza della sua milizia, l’ossessivo appello alla resistenza anti-israeliana, i piccoli commerci, la fatiscienza delle abitazioni, la misera dei piccoli commerci, le scarne opportunità di lavoro e una realtà di sussistenza, senza lasciar nulla alla retorica del territorio palestinese di fatto assediato. 

Nel film vi è la ricerca della semplicità dei sentimenti condita dall’ironia e dall’umorismo che con un sapiente uso della tecnica cinematografica fanno dei fratelli Tarzan e Arab Nasser, che dal cinema francese hanno mutuato molto,  due registi di cui sentiremo ancora parlare. .

Gaza mon amour Prodotto da Les Films du Tambour (Francia), Riva Filmproduktion (Germania), Ukbar Filmes (Portogallo), Made in Palestine Project e Jordan project  venduto all’estero da Versatile.

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...

Venezia Cinema, “Gaza mon amour” i sentimenti nella striscia palestinese inquieta e assediata

0
Può nascere una delicata storia d’amore fra un uomo e una donna di mezza età in un territorio che si considera in guerra e vessato da una occhiuta burocrazia islamica? Ebbene si,...

Spaccio, 17 arresti a Roma

0
Continua la lotta della Polizia di Stato allo spaccio di sostanze stupefacenti nella Capitale: nell’ultima settimana 17 sono i pusher arrestati, dei quali 8 in un’unica operazione dagli agenti del commissariato Romanina...

Orrore a Colleferro: 21enne ucciso dal branco

0
Notte di follia a Colleferro, in provincia di Roma. Un ragazzo di 21 anni, W.D.M., è morto in seguito ad una violenta rissa scoppiata tra due gruppi di giovani nella centralissima piazza...