Altre 24 ore per la sanificazione dello studio di “Ballando con le stelle”, i sindacati chiedono che tutto il personale della trasmissione venga informato

0
Altre 24 ore per la sanificazione dello studio di “Ballando con le stelle”, i sindacati chiedono che tutto il personale della trasmissione venga informato

ARTICOLI IN EVIDENZA

È di ieri, come ha anticipato cinquequotidiano.it,  la notizia dei casi positivi tra VIP e maestri di “Ballando con le stelle” la cui prima puntata è prevista per il 12 settembre, con conseguente blocco della produzione e tamponi ai diretti interessati  inizialmente per 48 ore e prorogato per altre 24. 

Sin qui tutto normale per la Rai, in fondo nei mesi scorsi casi positivi, prontamente isolati,  si erano manifestati anche a Saxa Rubra. Poi ieri è intervenuta un video rassicurante della Milly Carlucci che confermava la notizia della sanificazione dello studio, peraltro allocato in una struttura CONI al Foro Italico al modico affitto di un milione all’anno. 

Contenti i telespettatori, contenta la Carlucci, un po’ meno i sindacati del lavoratori Rai perché, secondo tutte le sigle sindacali, “ancora una volta un’azienda di comunicazione non ha capito come condividere informazioni del genere con i rappresentanti dei lavoratori”. Che in pratica vuol dire che i sindacati dei lavoratori nemmeno sono stati informati. Anzi, lo hanno appreso dai media, fra i quali proprio Cinquequotidiano. 

Ovviamente a questo punto un problema di “classe” (vogliamo definirlo così?) si pone perché attori, registi, conduttori sono stati prontamente avvertiti della sanificazione dopo che erano emersi i due casi, quello di Samuel Peron e della figlia di Celentano Rosalinda (ieri risultata negativa), ma le maestranze no.

Quindi i sindacati chiedono di venire informati tempestivamente di qualsiasi caso dovesse verificarsi all’interno del perimetro aziendale. E la Task Force, istituita dalla Rai per il Covid, “deve confrontarsi costantemente con i rappresentanti della sicurezza in modo da poter avere un quadro esaustivo della situazione e poter operare con maggiore consapevolezza”.

Insomma al di là del sindacale, peraltro attento a non pestare le uova aziendali, il problema c’è perché sono stati prontamente allertati gli addetti al trucco, parrucco e sartoria, (l’anticamera delle star prima della trasmissione), mentre era il caso di sottoporre ai test tutto il personale riconducibile alla trasmissione “al fine di evitare rischi per loro e per le rispettive famiglie”. 

I sindacati portano poi un esempio: “sarebbe utile per i componenti della task force sapere che i continui cambi di costume in corsa che si verificano durante la trasmissione, sono un perfetto mezzo di trasmissione (del virus), in quanto costringono VIP e addetti a contatti ravvicinati a ridosso delle esibizioni”

Intanto i sindacati timorosi delle reazioni aziendali si parano le terga e scrivono “non sappiamo se sia possibile limitare queste scelte editoriali, ma sarebbe utile per la Task Force conoscere il fatto per regolarsi di conseguenza. Come del resto sarebbe auspicabile un più attento controllo sul rispetto delle regole circa mascherine e DPI più in generale. Con particolare riferimento proprio ai VIP”. Che è un po’ come dire anche i Vip devono rispettare le regole anti contagio con il retro pensiero o la retro constatazione, che non le applicano. 

In ogni caso la presa di posizione sindacale vale per tutte le produzioni e non solo per “Ballando” che ha avuto la sfortuna di essere la prima ad “inaugurare” la nuova stagione. 

Alla fine non si minacciano né scioperi ne agitazioni, inopportune in questo momento di pandemia, ma i sindacati chiedono gentilmente che “venga convocato al più presto il Comitato Territoriale competente per discutere le decisioni da prendere già nei prossimi giorni”. Intanto fra un comitato e l’atro il tempo passa e comunque sarebbe utile conoscere con trasparenza, come si muove la direzione Rai e la Task Force costituita per bloccare o eliminare i danni di un eventuale contagio diffuso.

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...

ROMA, CONTROLLI ANTIDROGA: 5 PUSHER IN MANETTE IN 24 ORE

0
Non conoscono sosta i controlli antidroga dei Carabinieri del Comando provinciale di Roma nel centro storico e nelle periferie della Capitale. Nelle ultime 24 ore, in diverse aree della Capitale, i militari...

Atac, fiamme su vettura fuori servizio. Nessun problema per le persone

0
Mentre percorreva Viale del Foro Italico rientrando in rimessa, intorno all'1.30, per ragioni da accertare su una vettura fuori servizio senza passeggeri si è sviluppato un incendio che ha interessato la parte...

Roma Tiburtina, orrore a bordo di un treno: 47enne tenta di accoltellare i poliziotti

0
Un 47enne italiano, con vari precedenti di polizia,  è stato arrestato a Roma Tiburtina dagli agenti della Polizia Ferroviaria, per i reati di violenza e minacce aggravate e possesso di oggetti atti...

ROMA, STUDENTE PRECIPITA DA SETTIMO PIANO, È GRAVISSIMO. GLI AMICI: «STAVAMO FACENDO UNA SPAGHETTATA»

0
Uno studente di 27 anni è precipitato dalla finestra dell'appartamento in cui vive a Roma assieme ad alcuni coinquilini. Il ragazzo è ora ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale San Giovanni Addolorata. Indagano i carabinieri...