Coronavirus, a Madrid il contagio fra gli adolescenti è aumentato di 7 volte

0
Coronavirus, a Madrid il contagio fra gli adolescenti è aumentato di 7 volte

ARTICOLI IN EVIDENZA

Le infezioni da covid-19 a Madrid si stanno moltiplicando nelle ultime settimane, in particolare tra i minori di 40 anni. La notizia viene oggi riportata da quotidiano madrileno El PAIS  secondo il quale l’incremento più accentuato è proprio fra gli adolescenti. Nella striscia da 10 a 19 anni si è  passati da 16 casi nella settimana dal 6 al 12 luglio a 117 in quella del 20-26 . A seguire  quelli dai 20 ai 29 anni, che sono passati da 54 a 308 nello stesso periodo, e ancora quelli con meno di 10 anni passati 17 a 86, mentre ;tra gli adulti dai 30 ai 39 anni si è passati da 51 a 233.

Diversi specialisti della scuola elementare sostengono che la situazione  è lungi dall’essere sotto controllo contrariamente a quanto sostenuto dal ministero, anche se questa impennata dei contagi nella capitale  sono state imposte una serie di misure quali   l’uso obbligatorio della maschera e restrizioni per la vita notturna.

Secondo l’ultimo bollettino epidemiologico del Comune, “negli ultimi 14 giorni il numero di casi confermati è stato di 1.584, con un’incidenza di 23,77 per 100.000 abitanti”; la precedente, il 21 luglio, ne registrava 581, con un’incidenza dell’8,72 per 100.000 abitanti. In 14 giorni la regione di Madrid ha quasi triplicato le cifre.

Secondo El Pais è Madrid che registra il maggior numero di contagi di tutta la regione (808) negli ultimi 14 giorni, ma se nella Capitale i contagi complessivi erano  74.886 al 28 luglio il triste  primato spetta  alla Catalogna  con 78.577 contagi  alla stessa data con il numero più elevato di decessi e le strutture sanitarie sotto pressione.  

Un medico di base presso un centro sanitario nel nord di Madrid intervistato dal quotidiano parla chiaramente di un rilassamento totale e assoluto della popolazione giovane . Attualmente nel centro dove opera il medico vengono effettuate fra 20 e le 30 flebo al giorno su una potenzialità effettiva di 30, quindi vicino al limite della prestazione, ma l’incremento è ormai diffuso in molte strutture. 

Oltre alla diagnosi dei casi, i professionisti delle cure primarie si occupano dell’ambiente familiare dei nuovi positivi e fanno lo screening dei conviventi. Ebbene, riferisce un operatore  “Ti dicono che erano in una riunione in uno spazio chiuso senza maschere, per esempio”, ma quello che manca è la consapevolezza .”Chiami un contatto di qualcuno che si è rivelato positivo per comunicarglielo e gli chiedi di rimanere isolato per 14 giorni, lui dice di no, perché deve andare in vacanza”.

“Questa confluenza di circostanze rende il lavoro di questa forza lavoro ancora più difficile, sfinito dopo mesi di pandemia e ridotto di anni di tagli” prosegue El Pais, mentre un altro operatore aggiunge  “La prospettiva non è buona” perché il problema “è che il virus è più diffuso di quanto immaginassimo ed esiste il rischio che raggiunga persone anziane e patologiche peggiorando la situazione” con il rischio che la situazione sanitaria sfugga di mano.   

Eppure c’è  una differenza rispetto alla situazione di fine di febbraio e marzo perché “Le persone anziane si stanno proteggendo mentre i contatti che ho chiamato nelle ultime settimane sono principalmente giovani e popolazione attiva” e “i giovani, dopo essere entrati nella nuova normalità, hanno cercato di tornare alla loro solita vita, a ciò che abituati fare in estate, di uscire, incontrarsi, giocare, bere …”.

La soluzione? I professionisti chiedono più  risorse umane, promesse dal Comune, la promessa del Governo  fu di 400 tracker (tracciatori di contagi), ma secondo l’ultimo dato confermato dal Ministero della Sanità Madrid con s6.6 milioni di abitanti ne conta 142 uno per 47.080 abitanti , mentre l’ottimale, secondo gli esperti, sarebbe uno per 5.500. Quindi occorre lavorare anche per aumentare la consapevolezza: “Una massiccia campagna educativa attraverso i canali appropriati che possono avere più influenza su alcuni gruppi di età”. Per la popolazione più giovane, “andare al telegiornale o nei programmi di alcune catene, non funziona”.

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...

Roma, contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e all’abusivismo commerciale: due le persone finite...

0
E’ di due persone arrestate, 23 identificate, 2 persone accompagnate all’Ufficio Immigrazione per identificazione, oltre a 5 veicoli controllati il bilancio del servizio di controllo dl territorio messo in atto dagli agenti...
regione lazio

LAZIO, DI BERARDINO: “ULTERIORI 39 MILIONI PER CIG”

0
"Il decreto Rilancio ha messo a disposizione della Regione Lazio ulteriori 39,147 milioni di euro per la cassa integrazione in deroga, risorse che si vanno ad aggiungere ai 307,175 milioni che erano...

Campidoglio, attivata la nuova procedura selettiva per le Progressioni economiche orizzontali (Peo)

0
Attivata la nuova procedura selettiva per le Progressioni economiche orizzontali (Peo) dei dipendenti capitolini. Obiettivo dell’iniziativa è valorizzare competenze e professionalità del personale per premiare il merito e rafforzare così i servizi....

Roma: prefetto Pantalone a fine mandato, bilancio di 15 mesi

0
Domani conclude il suo mandato il prefetto di Roma Gerarda Pantalone, dal 6 maggio 2019 in via IVNovembre. E' il Viminale, sul suo sito, a tracciare il bilancio di una intensa attivita'...

Campidoglio, accolto l’appello di Roma Capitale contro la Regione Lazio per l’utilizzo degli immobili...

0
La Corte d’Appello di Roma ha accolto quasi integralmente le istanze dell’Amministrazione capitolina dichiarando di fatto la nullità della sentenza di primo grado e nel merito respingendo la domanda risarcitoria e di...