Lazio, in vista una legge sui tattoo. Non potranno venir praticati ai minori senza il consenso dei genitori

0
Lazio, in vista una legge sui tattoo. Non potranno venir praticati ai minori senza il consenso dei genitori

ARTICOLI IN EVIDENZA

Camilla Mozzetti su “Il Messaggero” di oggi pubblica una notizia che getterà nello sconforto su centinaia di teenagers e forse anche sui loro padri e madri perché a Roma, il mercato del tatuaggio è davvero promettente. Infatti  sono circa 700mila i cittadini di qualsiasi età che vi ricorrono, ovvero quasi un terzo della popolazione dell’area metropolitana. “Ma in futuro, – scrive il Messaggero -soprattutto i più giovani, dovranno essere autorizzati dai genitori per farsi un piercing o un tatuaggio” 

In effetti  il ministero della Salute ha da tempo diramato delle linee guida sulla corretta gestione sia degli spazi che delle procedure da seguire per i tatuaggi, ma non esiste una norma nazionale che regola il settore. Ed è per questo che dopo Toscana, Friuli-Venezia Giulia e Marche il Lazio è pronto ad approvare una legge sui tatuatori con particolare attenzione alle fasce giovanili.

La proposta della consigliera del PD  Marta Leonori arriverebbe in Aula in autunno (ben dopo la stagione estiva quando infuria la moda delle nudità “dipinte”) con    l’obiettivo  di tutelare la salute pubblica, ridurre il numero di infezioni e la loro  trasmissione. 

La proposta di legge redatta con la collaborazione dell’associazione “tatuatori Art” prevede  che ai minori sotto ai 14 anni il tatuaggio è vietato mentre potrà essere consentito soltanto a fronte dell’autorizzazione dei genitori, il piercing al lobo dell’orecchio.

 Ai minori di 18 anni tatuaggi e piercing saranno autorizzati solo dietro il consenso dei genitori e saranno comunque vietati tatuaggi e piercing su «parti anatomiche nelle quali sono possibili conseguenze invalidanti», o comunque «in parti dove la cicatrizzazione è particolarmente difficoltosa», lasciamo ai lettori immaginare quali.

Per quanto riguarda  gli operatori del tattoo sono previsti  percorsi formativi con la partecipazione a un corso teorico pratico della durata di tre anni: 900 ore all’anno più 100 in formazione sul campo per chi vuole diventate tatuatore e  di un anno per chi  vuole essere abilitato all’attività di piercing.

Per le nuove aperture dei centri o dei laboratori oltre alla Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) sarà necessaria l’autorizzazione dell’Asl di riferimento per accertare il rispetto delle norme igienico-sanitarie, mentre il controllo è demandato alle amministrazioni comunali. I rifiuti prodotti dai laboratori dovranno essere smaltiti come se si trattasse di rifiuti sanitari.

Per chi non ottemperasse a queste disposizioni si prevedono  multe da 3mila a 15mila euro oltre al sequestro delle attrezzature, mentre chi non sosterrà i corsi di aggiornamento potrà essere multato con contravvenzioni che oscillano tra i 2mila e i 10mila euro.

La necessità di una regolamentazione più rigorosa del settore dipende anche dal fatto che più del 13% degli appassionati di tale pratica si affida a canali non ufficiali esponendosi ad un rischio di infezioni, ma fortunatamente (si fa per dire) già si notano le pubblicità dei centri specializzati che i tatuaggi li “cancellano” con il laser, soprattutto quando l’amata/o ti ha mollato lasciandoti l’indelebile segno della passione sulla pelle. 

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...

SALDI ESTIVI 2020, REGIONE: AL VIA IL 1 AGOSTO NEL LAZIO

0
La giunta regionale ha deliberato oggi l’avvio dei saldi estivi nel Lazio per sabato 1 agosto. La data è stata eccezionalmente posticipata di un mese rispetto a quanto previsto dalla normativa, per...

Riaprono Tourist Info Point negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino

0
Riaprono oggi al pubblico i due Tourist Info Point di Roma Capitale ospitati negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, dopo la riapertura di quelli di Via dei Fori Imperiali, Via Minghetti e...

ROMA, RUBA ABITI IN NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO: ARRESTATO 58ENNE

0
Si aggirava tra le corsie di un negozio di abbigliamento e, dopo aver preso diversi capi ed aver tolto l'antitaccheggio con una pinza di piccole dimensioni, li nascondeva all'interno di una busta...

DALLA REGIONE OLTRE 600MILA EURO PER LA CHIRURGIA OFTALMICA

0
La Regione Lazio ha approvato in Giunta una delibera che prevede un finanziamento di 610 mila euro all'ospedale San Giovanni Addolorata di Roma destinati al rinnovo delle tecnologie per l'attivita' chirurgica oftalmica...

DA GIUNTA OK A RECUPERO STORICO DI CAMPO TESTACCIO

0
La giunta regionale del Lazio ha approvato oggi una delibera nella quale, insieme a Municipio I di Roma Capitale e ASP Asilo Savoia, realta' impegnata nel sociale, viene stretto un accordo istituzionale...