AL BIOPARCO NASCONO DUE LEONCINE DURANTE LOCKDOWN, CONTEST PER I NOMI

0
AL BIOPARCO NASCONO DUE LEONCINE DURANTE LOCKDOWN, CONTEST PER I NOMI
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ARTICOLI IN EVIDENZA

La grande famiglia del Bioparco di Roma si allarga ancora, con l’eccezionale nascita in cattivita’ lo scorso 29 aprile, in pieno lockdown, di due cucciole di leone asiatico.
Che, pero’, non hanno ancora un nome: a darglielo saranno i bimbi romani, che potranno partecipare a un contest sui canali social dell’ex Giardino zoologico di Villa Borghese. Le due leoncine sono state ‘presentate’ al pubblico stamattina alla presenza della sindaca di Roma, Virginia Raggi, del presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti: la nascita di queste femmine di leone asiatico (Panthera Leo Persica), uno degli animali a maggior rischio di estinzione del pianeta, rappresenta un evento storico per il Bioparco, trattandosi della prima volta che accade al suo interno.
I cuccioli sono in ottima salute e vengono allattati dalla mamma, che non li perde mai di vista. Nelle prime settimane la mamma e i suoi cuccioli, che alla nascita sono ciechi e non autosufficienti, sono rimasti al sicuro nelle aree interne per consentire al piccoli di ambientarsi: da qualche settimana stanno gradualmente prendendo confidenza con il recinto esterno. I
genitori sono la femmina Sajani, nata nel 2013 nello zoo di Magdeburgo in Germania, e il giovane maschio Ray, nato nel 2016 nello zoo di Planckendael in Belgio.
Il 29 aprile, ha detto Raggi dal palco allestito davanti al recinto degli elefanti, “e’ successo qualcosa di molto importante al Bioparco, sono nati due esemplari femmine di leone asiatico, una specie in via di estinzione. Fino al 28 aprile c’erano 500 esemplari in tutto il mondo, dal 29 sono 502: da lunedi’, sul sito e sui social Facebook e Instagram del Bioparco, per una settimana bimbi e grandi potranno partecipare al contest per dare un nome alle leoncine”. Per la sindaca “il Bioparco, come tutti gli zoo che si stanno occupando della tutela delle specie protette, svolge un importantissimo ruolo non solo didattico per chi non ha consapevolezza della fauna, ma anche per aiutare a tutelare e preservare queste specie. Quando nascono due cuccioli di una specie in via di estinzione bisogna festeggiare, e’ un segno di speranza soprattutto in periodo di lockdown e anche un segnale che qui gli animali stanno bene, altrimenti non si sarebbero riprodotti”.

È SUCCESSO OGGI...