EFFETTUATO CON SUCCESSO PRIMO TEST SUL “SEMAFORO DEI TERREMOTI”

0
EFFETTUATO CON SUCCESSO PRIMO TEST SUL “SEMAFORO DEI TERREMOTI”

ARTICOLI IN EVIDENZA

Eseguito con successo il primo test sul “semaforo dei terremoti”, un modello messo a punto lo scorso ottobre da Laura Gulia e Stefan Wiemer del Servizio Sismologico Svizzero (SED), in grado di interpretare statisticamente in maniera predittiva la variazione del b-value, cioe’ del parametro che esprime la relazione tra frequenza e magnitudo dei terremoti.
Tale modello e’ basato su analisi sistematiche di sequenze sismiche accadute in tutto il mondo per fornire una risposta in tempo reale sulla base di un codice di allerta (caratterizzato dai colori verde, arancio e rosso). Il test, appena pubblicato sulla rivista Seismological Reseach Letters nello studio ‘Pseudoprospective Evaluation of the Foreshock Traffic-Light System in Ridgecrest and Implications for Aftershock Hazard Assessment’, e condotto da un team di ricercatori del SED e dell’Universita’ di Bologna, Gulia e Wiemer, in collaborazione con Gianfranco Vannucci dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), si e’ svolto attraverso l’implementazione del modello in near-real-time, cioe’ a posteriori ma utilizzando i dati preliminari alla sequenza sismica californiana di Ridgecrest del luglio del 2019 che erano disponibili all’epoca in real-time.

È SUCCESSO OGGI...