CORONAVIRUS: NEL LAZIO DIMINUISCE L’ETÀ DI CHI SI AMMALA

0
CORONAVIRUS: NEL LAZIO DIMINUISCE L’ETÀ DI CHI SI AMMALA

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Vi è un calo di attenzione e questo produce inevitabilmente un aumento dei casi e registriamo un abbassamento anche dell’età dei positivi; c’è bisogno per chi arriva da zone ad alta incidenza di circolazione del virus che sia posto in isolamento per evitare che le regole extra-Schengen vengano aggirate con gli scali intermedi”. Queste le parole dell‘assessore alla sanità della regione Lazio, Alessio D’Amato. Continuano ad aumentare i contagi da coronavirus nel Lazio. Si è passati da una decina al giorno ai 31 di domenica, soprattutto, è diminuita l’età di chi si ammala.

Il motivo è semplice: i giovani sono meno attenti e talvolta non indossano i dispositivi di protezione adeguate. Di conseguenza, oltre a essere veicoli di contagio, stanno diventando pure i principali interessati dal COVID-19.

“Ieri si è registrato un dato di 19 casi positivi e di questi 13 sono casi di importazione (12 del Bangladesh). Un nuovo decesso nelle ultime 24h. A Roma cittaà sono 14 i nuovi casi. Si conferma la forte incidenza dei casi di importazione.
Pronta l’ordinanza per disporre i test e i tamponi in aeroporto per i voli speciali provenienti da Dacca (Bangladesh) e il controllo demandato alle Asl delle condizioni di isolamento dei passeggeri. Oggi il volo in arrivo a Fiumicino alle ore 17.45. Dei nuovi casi giornalieri si registrano 12 casi di nazionalità Bangladesh e di questi 9 hanno un link correlabile con i voli internazionali provenienti da Dacca”. Lo afferma in una nota l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
“Nella Asl Roma 1 dei sette casi odierni sono sei i casi riferiti a persone di nazionalità del Bangladesh che hanno un link correlabile con i voli già attenzionati provenienti da Dacca. Di questi sei nuovi casi quattro vivono in un unico domicilio”, aggiunge.

“Nella Asl Roma 2 si registrano 6 casi tutti di nazionalità Bangladesh e di questi tre hanno un link correlabile con i voli già attenzionati provenienti da Dacca e i restanti tre casi sono giunti al pronto soccorso dell’ospedale Pertini. Nella Asl Roma 5 – continua l’assessore – si registra una caso di una bambina di 11 anni residente a Mentana e trasferita all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Palidoro. Avviata l’indagine epidemiologica.
Nella Asl Roma 6 un nuovo caso positivo di un uomo di 37 anni da accesso al pronto soccorso dell’ospedale dei Castelli e trasferito allo Spallanzani. Infine per quanto riguarda le province registriamo due casi nella Asl di Latina: si tratta di un uomo colpito da infarto e individuato all’accesso del pronto soccorso e un secondo caso di una donna di nazionalità Indiana e di rientro dall’India che era in isolamento. E’ stata avviata l’indagine epidemiologica”.

E ancora, conclude l’assessore D’Amato, “un terzo caso nella Asl di Viterbo e si tratta di un uomo individuato in fase di pre-ospedalizzazione”.

(foto facebook)

È SUCCESSO OGGI...