Roma, da luglio Airbnb riscuote tassa soggiorno: gettito 25 milioni

0
Roma, da luglio Airbnb riscuote tassa soggiorno: gettito 25 milioni

ARTICOLI IN EVIDENZA

Dal 1 luglio Airbnb ha iniziato a riscuotere direttamente il contributo di soggiorno da parte degli utenti che prenotano pernottamenti sul suo portale, per versarlo direttamente nelle casse di Roma Capitale. A regolare il versamento una convenzione siglata tra il colosso delle locazioni turistiche e il Campidoglio. “La convenzione per il versamento della tassa di soggiorno siglata con Airbnb e’ uno step importantissimo per garantire una parita’ di condizioni a tutti gli operatori della filiera turistica. Si tratta di uno strumento fondamentale che va nella direzione della legalita’, della sicurezza e della lotta all’abusivismo. Ma significa soprattutto maggiori risorse e introiti da reinvestire per la citta’”, dichiara la sindaca Virginia Raggi. Mentre il country manager di AirBnb Italia Giacomo Trovato ha aggiunto: “Con il numero di pernottamenti dello scorso anno avremmo raccolto per il Campidoglio 25 milioni di euro di contributi di soggiorno”.
Sul fronte delle iniziative per incentivare la ripresa del turismo dopo l’epidemia di Covid-19 il Campidoglio ha annunciato la prossima pubblicazione di avviso pubblico per l’istituzione di un Albo riservato a societa’ di certificazione per il rilascio del bollino “Roma Safe Tourism” per gli esercizi turistici e ricettivi cittadini, in conformita’ ai protocolli sanitari. Lo scopo, e’ quello di restituire la percezione di un “turismo sicuro”. Arrivera’ anche una nuova segnaletica turistica interattiva, con tecnologia qr code, per oltre 100 siti d’interesse artistico e culturale. I contenuti saranno disponibili i 7 diverse lingue, e tramite una mappa GPS
si potranno individuare percorsi personalizzati.

È SUCCESSO OGGI...