Aggredisce i poliziotti e urla “Allah Akbar”: paura a Fiumicino

0
Aggredisce i poliziotti e urla “Allah Akbar”: paura a Fiumicino

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Allah Akbar”. E’ questa la frase pronunciata negli uffici del commissariato Fiumicino dal 29enne egiziano arrestato dalla polizia ieri pomeriggio dopo che l’uomo aveva aggredito e minacciato i dipendenti del Comune con una catena per poi allontanarsi verso via Torre Clementina. Al momento dell’arresto, il 29enne, aveva urlato: “io do fuoco a tutta la citta’ se non ho i documenti, vi ammazzo se non mi portate a Lunghezza…”. Nella circostanza, secondo quanto si apprende, il giovane avrebbe aizzato contro gli agenti anche il cane, di media taglia, che ha morso il braccio di uno degli agenti.
Ma e’ dopo essere stato accompagnato al commissariato che l’egiziano ha dato ancor piu’ in escandescenza urlando per tre volte: “Allah Akbar”. Lo straniero, con vari precedenti di polizia, e’ stato arrestato per minacce e resistenza a pubblico ufficiale nonche’ porto illegale di armi e strumenti atti ad offendere. Il cane invece e’ stato affidato a personale del canile sanitario del comune di Roma. Sequestrato infine il pugnale che l’uomo aveva con se’.

È SUCCESSO OGGI...