Chi è Mirko Scarcella (di origini calabresi), il guru dei social network smascherato da Le Iene

0
Chi è Mirko Scarcella (di origini calabresi), il guru dei social network smascherato da Le Iene

ARTICOLI IN EVIDENZA

Nelle ultime ore se ne sta parlando tantissimo, ma non tutti sanno chi è Mirko Scarcella. Conosciuto in tutto il mondo come il “guru” di Instagram. Con la sua attività di social media manager sarebbe riuscito a creare fenomeni come quello di Gianluca Vacchi e attirare clienti fra le star americane. Almeno questo è quello che si sapeva di lui fino a quando la trasmissione de Le Iene, con un lunghissimo servizio, lo avrebbero smascherato.

Ma partiamo dall’inizio: è proprio in America, a Miami, che Mirko Scarcella, madre calabrese e padre siciliano, ha stabilito la sede principale dei suoi affari. Si auto definisce spesso “genio”, come il personaggio più importante al mondo in tema di gestione dei social media, specie con riferimento a Instagram. «Confucio diceva “Fai quello che ami e non lavorerai un giorno nella tua vita”», ripete come un mantra Scarcella. Ed in effetti i risultati sono arrivati presto per lui. La Lion, la società che ha messo in piedi, fattura parecchio ed è composta da una squadra di giovani. Squadra di giovani che però, a quanto pare, nessuno avrebbe mai visto o conosciuto neanche in foto.

Scarcella è da diverso tempo protagonista della stampa italiana che lo ha accreditato come il genio dell’algoritmo del social dove tutti vogliono vendere qualcosa e chiunque vuole diventare famoso. Quotidiani e siti autorevoli hanno tessuto le lodi di Scarcella e dei suoi libri “Instasecretes” con la prefazione di Vittorio Feltri, “La Bibbia” con la prefazione del pugile Floyd Mayweather  e “Smart working”. Ospite di importanti trasmissioni televisive, da “Mattino Cinque” a “Piazza Pulita”. Su Instagram, Scarcella mostra la bellissima casa di Miami, la fuoriserie decappottabile, gli outfit griffati e anche l’orologio tempestato di diamanti. Uno spot da “Mulino Bianco di lusso” per ripetere che grazie ai suoi videocorsi, ai suoi libri e ai suoi social “tutti ce la possono fare”.

Ma è proprio sulla sua attività che Le Iene hanno gettato più di qualche ombra: il servizio, infatti, svelerebbe alcuni trucchi di Scarcella sull’acquisizione dei followers che proverrebbero soprattuto da India, Turchia e Brasile. In sostanza, secondo quanto ricostruito, questi follower compresi like e commenti, non sono profili reali ma “utenti bot”.

L’intero reportage, lungo più di un’ora, è stato documentato da Gaston Zama, che avrebbe effettuato ricerche approfondite sull’argomento per riuscire a mettere insieme tutti gli indizi necessari a “smascherare” Scarcella riguardo presunte bugie sulle sue attività.

Zama ha inoltre smontato diversi video e post auto promozionali di Scarcella pubblicati online come reali, tra cui un’intervista ad una tv araba mai andata in onda, o l’accordo raggiunto con l’università di Harvard mai conclusosi. L’inviato de Le Iene ha anche verificato la sede dell’impresa di Scarcella che si troverebbe alle Canarie, ma senza risultati. La maggior parte degli intervistati, ed ex clienti di Scarcella, come l’avvocato Gianni Mendes e l’artista Simone D’Auria (il primo gli ha versato oltre 220mila dollari in nemmeno due anni e gli ha pagato ogni tipo di spesa e sostentamento quotidiano) sostengono di essersi affidati a lui soprattutto perché la stampa italiana tutta ne aveva parlato molto bene in decine di occasioni. Alla fine Zama è tornato negli Stati Uniti per intervistare di nuobo Mirko Scarcella e porgli domande su tutti queste testimonianze raccolte contro di lui e il suo operato, ma a quel punto si è imbestialito cercando di togliere la telecamerina dalle mani dell’inviato de Le Iene. Immediata è arrivata la replica dello stesso Scarcella che ha pubblicato una storia su Instagram: «Ho appena finito di vedere il servizio de Le Iene. Chiederò il diritto di replica per tutte le buffonate che sono state dette così vedremo chi è il vero ciarlatano, enjoy».

(foto profilo facebook Le Iene)

È SUCCESSO OGGI...