Virginia Raggi a Radio Rock: “CasaPound? Gli ho rotto le uova nel paniere. Richiesto nuovamente il loro sgombero”

0
Virginia Raggi a Radio Rock: “CasaPound? Gli ho rotto le uova nel paniere. Richiesto nuovamente il loro sgombero”

ARTICOLI IN EVIDENZA

Virginia Raggi è intervenuta in diretta su Radio Rock 106.6, durante il programma The Rock Show condotto da Emilio PappagalloAlessandro Tirocchi e Maurizio Paniconi.

La sindaca di Roma ha così potuto toccare molteplici questioni legate alla Capitale, a partire dall’emergenza covid-19: “Do 10 e lode, se non 11, ai romani per come si sono comportati durante il lockdown. Sono stati un esempio per tutti, siamo stati bravissimi. Non do un voto a me stessa, ma dico che abbiamo dato tantissimo per mettere in campo misure per aiutare i romani a ripartire. Ma dobbiamo stare attenti, non è ancora il momento della movida, dobbiamo ancora attendere un poco per non  rischiare di dover fare passi indietro”.  Polemizzando con il governo centrale: “Abbiamo già speso i 15 milioni di euro che lo Stato ci ha dato per i buoni ed i pacchi spesa, ma ce ne occorrerebbero molti di più”

Raggi ha poi potuto rispondere a CasaPound, i cui militanti l’avevano bloccata in macchina ad Ostia nei giorni scorsi: “Ce l’hanno con me perché gli ho rotto le uova nel paniere: gli ho tolto la scritta in Via Napoleone III, ho chiesto e continuerò a chiedere lo sgombero dello stabile occupato all’Esquilino così come quello di Ostia. Io non cedo ai loro ricatti”.

Per quanto riguarda invece i nodi riguardanti il rilancio di Roma post-emergenza, la prima cittadina ha tenuto a precisare: “Il tema del lavoro è la nostra priorità. Dobbiamo far in modo che i romani ricomincino a spendere e che ripartano in sicurezza turismo e nuovi cantieri. C’è poi anche la controversa questione del lavoro nero, che però non dobbiamo ignorare , elaborando piuttosto metodi alternativi per recuperare quelle occupazioni che a causa del lockdown sono state perse”.

Per quanto riguarda le scuole, invece? “Apriranno a settembre – ha precisato Virginia Raggi. I nostri studenti ed i nostri insegnanti sono stati bravissimi con le lezioni a distanza, ma non può essere la normalità. Quello a cui stiamo lavorando adesso è però l’apertura degli spazi per i centri estivi per luglio e, se troviamo gli spazi consoni, anche da giugno”.

È stata poi la volta dei temi caldi dell’amministrazione capitolina, riguardo ai quali la sindaca non si è fatta trovare impreparata. 

Lo stadio della Roma – sul quale da due anni si attende il voto della variante e della convenzione urbanistica -? “A breve ci saranno novità” – ha promesso.

La funivia? “Si farà – ha risposto decisa. Siamo in attesa dei decreti attuativi dal ministero dei Trasporti, che dovevano arrivare molto prima dell’estate . Poi c’è stata la battuta d’arresto del Coronavirus”.

Infine, in merito ad una sua ricandidatura, Raggi ha ribadito: “C’è ancora tanto da fare da qui alla fine del mandato. Tentata dal bis? Ora ho la tentazione di completare tante cose che ho in cantiere. Questo è il mio obiettivo adesso”.

Il podcast dell’intervista: https://bit.ly/2WNjL2p

È SUCCESSO OGGI...

Due rapine e stesso modus operandi. Finisce agli arresti un romano di 48 anni

0
La vicenda trae origine dall’arresto di P.A., romano di 48 anni, effettuato nel novembre scorso dagli agenti della Polizia di stato del commissariato San Giovanni, diretto da Mauro Baroni. L’uomo fu arrestato in...

Drammatico incidente stradale: auto travolge e uccide 60enne a Roma

0
Incidente stradale mortale ieri sera in viale Regina Elena. Un italiano di 44 anni, a bordo di un'Alfa Romeo, ha investito un uomo di 60 anni che è morto sul colpo. Il 44enne...

Test sierologici, prevale il libero arbitrio, i privati ignorano la tariffa regionale. I prezzi...

0
La campagna regionale dei test sierologici rivolta a tutti i cittadini, avviata da pochi giorni in tutte le province del Lazio, è già un mercato delle vacche dove regna il libero arbitrio....