Cgil Cisl Uil, infortunio lavoro: serve maggior vigilanza dei servizi ispettivi

0
Cgil Cisl Uil, infortunio lavoro: serve maggior vigilanza dei servizi ispettivi

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Con la ripresa delle attività stanno già aumentando gli incidenti sul lavoro. Oggi il nostro territorio piange un operaio di 58 anni, vittima di un grave incidente a causa del ribaltamento di un muletto con cui stava operando a Case Rosse, nella periferia est della Capitale”. Così, in una nota, Cgil di Roma e del Lazio, Cisl di Roma Capitale Rieti e Uil del Lazio
“È doveroso continuare a rispettare i protocolli anticovid che il sindacato ha firmato in sede governativa il 14 marzo e il 24 aprile – continua la nota – ma la ripresa delle attività non deve abbassare l’attenzione sui gravi rischi che si vivono sui luoghi di lavoro, a prescindere dal virus. Nel 2019 sono state circa mille le vittime sul lavoro in tutta Italia, circa cento nel Lazio. Per questo l’impegno profuso in queste settimane per garantire più salute e più sicurezza nei luoghi di lavoro deve porre maggiore attenzione di tutti gli attori in campo sul pieno rispetto del testo unico n.81/2008, che non viene né derogato né superato dai protocolli anticovid. Dunque più prevenzione, più protezione e più vigilanza dei servizi ispettivi. Solo così possiamo fermare l’intollerabile strage di vittime sul lavoro”.

È SUCCESSO OGGI...