Fase 2, a Roma ripresa lenta con molta gente in strada e bus vuoti. Aumentato il traffico automobilistico (FOTO)

0
Fase 2, a Roma ripresa lenta con molta gente in strada e bus vuoti. Aumentato il traffico automobilistico (FOTO)

ARTICOLI IN EVIDENZA

Fase 2, giorno 1. A poche ore dalla fine del lockdown, Roma si risveglia dopo un lungo sonno con addosso ancora una sorta di torpore.

Il trasporto pubblico, considerato il nodo critico, regge il primo impatto con il ritorno al lavoro di migliaia di persone: i pendolari sui mezzi pubblici sono pochi, i bus vengono sanificati a metà corsa e le persone si muovono con innaturale diligenza.

Le strade della capitale sono sorvegliate e per entrare in metro bisogna oltrepassare i controlli di militari, di addetti Atac e di numerosi vigilantes.

In zona San Giovanni (vedi foto) è bloccato il passaggio diretto tra la metro A e la metro C, si forma quindi una fila per accedere alle banchine, dato che l’ingresso è contingentato. Ma la coda procede senza tensioni.

Ad aumentare sensibilmente è stato il traffico automobilistico rispetto agli scorsi giorni sia sulle arterie principali che in entrata e in uscita dalla capitale. Qualche sprazzo di traffico sulle consolari, ma niente a che vedere con gli imbottigliamenti pre-Covid. A Roma, al momento, è un avvio senza ressa. Si temevano pericolosi affollamenti soprattutto sui mezzi pubblici, che viaggiano a capienza dimezzata per far rispettare le distanze di sicurezza, invece niente calca. Sia alle fermate solitamente più trafficate che nelle grandi stazioni di metro e ferrovie urbane, salgono e scendono da navette e treni pochi passeggeri.

Anche in piazzale dei Cinquecento, snodo di decine di linee, a bordo dei bus si vedono pochissimi passeggeri, e non ci sono persone in fila lungo le banchine. “L’assetto dei trasporti pubblici ha dato prova di essere pronto per l’avvio della Fase 2. I flussi dei passeggeri sono stati gestiti agevolmente, non c’è stato bisogno neanche di mettere in esercizio i bus che erano pronti a supporto delle linee a più alta frequentazione”, ha commentato l’assessore ai trasporti Pietro Calabrese.

Unico neo della giornata, è che non tutti però indossano le mascherine, sia in metro che nei bus.

Per quanto riguarda la flotta, alle 8,50 di stamattina risultavano in circolazione circa 1.000 bus di Atac, anziché 1.300. Ma il numero molto basso di passeggeri ha evitato ripercussioni.

Non si segnalano criticità anche nei parchi, da oggi riaperti, né arrivano segnalazioni di mancati controlli o distribuzione di mascherine nelle tante fabbriche riaperte in tutto il Paese. In giro c’è molta gente che passeggia a piedi, la voglia di normalità è tanta e si respira tra i bar e i ristoranti aperti a mezzo servizio. Nei locali più grandi sono stati attrezzati dei veri e propri percorsi dove il cliente entra, paga, ritira il caffè e subito esce con il suo bicchiere di plastica.



Stefano Crocco

È SUCCESSO OGGI...

Federico Esposto Misano

Misano, il pilota romano Federico Esposto perde la vita in un incidente in pista

0
Morto il romano Federico Esposto, 27 anni, mentre Marco Sciutteri, residente a Bologna, 31 anni è stato trasportato in elicottero, in gravi condizioni

Chi è Alessia Piperno, l’italiana arrestata in Iran: richiesta d’aiuto alla Farnesina

0
Alessia Piperno è mia figlia. È una viaggiatrice solitaria, gira il mondo per conoscere usi e costumi dei popoli. Si è sempre adeguata e rispettato le tradizioni

Due terribili incidenti in poche ore: morti 2 ragazzi di 20 anni

0
Due terribili incidenti in poche ore: un ragazzo di 21 anni è morto dopo essere rimasto coinvolto in uno scontro automobilistico e un altro drammatico impatto sul Raccordo.