Coronavirus, spostamenti tra Regioni e vacanze: ecco i criteri per la Fase 2

0
Coronavirus, spostamenti tra Regioni e vacanze: ecco i criteri per la Fase 2

ARTICOLI IN EVIDENZA

Coronavirus e vacanze. Sarà un’estate made in Italy. Vista l’impossibilità di andare all’estero a causa della pandemia globale, gli italiani si preparano a trascorrere le vacanze nelle località del Bel Paese. Già, ma come e dove? Nel decreto del governo in vigore da lunedì, gli spostamenti dalla Regione in cui attualmente ci si trova ad un’altra saranno possibili solo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. E per tornare nel proprio indirizzo di residenza o domicilio. Ma nei mesi estivi, si potranno raggiungere il mare o la montagna fuori Regione?



Sono cinque i requisiti da valutare, scrive ancora il Corsera: “Stabilità di trasmissione del virus; servizi sanitari non sovraccarichi; attività di readiness (cioè essere preparati a intervenire se c’è rischio); abilità di testare tempestivamente tutti i casi sospetti; possibilità di garantire adeguate risorse per contact-tracing (monitoraggio dei “positivi”); isolamento e quarantena”. Solo per le Regioni che li possiedono, si potrà valutare la possibilità di tenere aperte le strutture turistiche, anche ai non residenti.


Se non ci saranno nuovi picchi durante le prime due settimane della Fase 2 intanto, il 18 maggio potrebbe venire concessa la possibilità di trasferimento nelle seconde case all’interno della propria Regione.

È SUCCESSO OGGI...