Controllo aereo su Subiaco: è polemica Ica sul provvedimento del Comune

0
Controllo aereo su Subiaco: è polemica Ica sul provvedimento del Comune

ARTICOLI IN EVIDENZA

Mi piacerebbe iniziare a sentir parlare di ripartenza. Di come aprire il lucchetto che tiene bloccato il nostro territorio mettendolo in ginocchio. Di come far tornare le persone a lavorare in sicurezza, coniugando capacità di produrre ricchezza ed attenzione ai rischi per la salute.

Questa per me dovrebbe essere la fase 2.

Purtroppo l’Amministrazione Comunale non sembra essere dello stesso avviso, avendo oggi (20.04.2020) promosso il video del “controllo aereo a Subiaco” come esempio di efficace operatività delle Istituzioni nel cogliere in flagrante gli eventuali trasgressori delle misure restrittive attraverso l’osservazione dall’alto.

Ed il comunicato apparso sulla pagina facebook del Comune ha fatto persino riferimento a nuove modalità di controllo proprio in vista della fase 2.

Lo stile “grande fratello” non ci è mai piaciuto e credo che non rappresenti la soluzione al problema.

Va sollecitata un’attenzione specifica al tema dell’economia e del lockdown che sta danneggiando fortemente la Valle dell’Aniene, che, come noto, non vive di industria o di grandi poli produttivi, ma di piccole attività che, anche in base all’ultimo D.P.C.M., devono per lo più continuare a tenere le saracinesche abbassate, generando così il terrore che gli atavaci problemi della zona, come lo spopolamento e la disoccupazione, finiscano per acuirsi senza possibilità di rimedio.

Queste per me sono le priorità del territorio e mi aspetto azioni incisive delle Istituzioni locali presso Regione e Governo affinché le aree “di frontiera” vengano salvaguardate soprattutto in un momento così difficile come quello che stiamo attraversando.

È SUCCESSO OGGI...