Ipotesi soluzione interna per Acea, in pole Gola come ad

0
Ipotesi soluzione interna per Acea, in pole Gola come ad

ARTICOLI IN EVIDENZA

Ci sarebbe una scelta interna all’azienda come ipotesi al momento piu’ gettonata per la nomina del nuovo vertice di Acea, la ricca multiutility di acqua ed energia al 51% di proprieta’ del Campidoglio. A quanto filtra il profilo di Giuseppe Gola, attuale direttore finanziario della societa’, apprezzato dall’ad uscente Stefano Donnarumma, troverebbe il gradimento anche della sindaca Virginia Raggi e del M5s. Entro il 4 maggio il Campidoglio e gli altri azionisti, (Suez 23,3%, il gruppo Caltagirone 5%, il resto e’ sul mercato) depositeranno le liste dei loro candidati per in nuovo Cda in vista dell’Assemblea convocata per il 29 maggio.

L’ad uscente, Donnarumma, viene dato in predicato di passare alla guida di Terna, nell’ambito delle nomine nelle aziende partecipate dello Stato a cui procedera’ il governo. Cosi’ a Palazzo Senatorio e’ in corso un lavoro per trovare un nuovo management alla societa’ di maggiore pregio della holding delle partecipate cittadine. Di fatto l’ultima nomina di peso prima della fine della consiliatura in Campidoglio il prossimo anno. Altra soluzione che potrebbe riscontrare il gradimento della sindaca, sempre secondo indiscrezioni, sarebbe quella di Luca Valerio Camerano, gia’ manager di A2A, azienda del gruppo Acea. Tra gli altri profili che sarebbero tenuti in considerazione in Conune anche quello di Luigi Ferraris, qualora il manager uscisse da Terna, e l’ad di Enav Roberta Neri.

È SUCCESSO OGGI...