Rezza: “Virus contagioso prima di sintomi”

0
Rezza: “Virus contagioso prima di sintomi”

ARTICOLI IN EVIDENZA

«Il nuovo coronavirus tende a essere contagioso prima che compaiano i sintomi e poi la contagiosità tende a decrescere», a dirlo l’epidemiologo Giovanni Rezza, dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), nella conferenza stampa organizzata dall’Istituto.

Non c’è nessun picco nella curva dell’epidemia: «Si è trattato di un picco artificioso», generato dal lockdown, ha detto l’epidemiolog.

Intanto circa 21 milioni di persone stanno vivendo questo momento di emergenza con serie difficoltà economiche, di cui la metà (oltre 10 milioni) con un reddito quasi nullo. A dirlo è una ricerca dell’Università della Tuscia che calcola: esistono almeno 3 milioni di persone che non dichiarano reddito al fisco; oltre 18 milioni di persone con redditi inferiori a 15 mila euro, di cui 7,6 milioni con meno di 6 mila, cioè 500 euro lordi mensili.

È SUCCESSO OGGI...