Il governo francese intende utilizzare un’applicazione per combattere il Covid-19

0
Il governo francese intende utilizzare un’applicazione per combattere il Covid-19

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il Ministro della sanità e il Segretario di Stato per il digitale hanno indicato le principali informazioni per l’utilizzo di una app anti-virus. In un’intervista a Le Monde e ripresa da molti quotidiani francesi fra cui Le Figaro spiegano il progetto, chiamato StopCovid,  ancora agli esordi, ma che dovrebbe andare in porto rapidamente. 

Concretamente si tratta di scaricare una applicazione, attivare il Bluetooth sullo smartphone e se sfortunatamente nei tuoi percorsi  incontri qualcuno dichiarato positivo per Coronavirus, entro quattordici giorni vieni avvisato. Ciò implica che le persone che si ammalano devono accettare di dichiarare di esserlo. Insomma, ci si affida al senso civico dei francesi affinché il sistema di allerta funzioni.

Lo stesso sistema sta per essere applicato in Germania, ma, precisano i ministri, il principio si basa su una scelta volontaria, quindi ciascuno sceglierà se installare o meno questa applicazione sul proprio smartphone. “I dati sarebbero anonimi e cancellati dopo un determinato periodo” hanno detto i ministri aggiungendo che con questo sistemasarà impossibile sapere chi ha contaminato chi” per evitare l’utilizzo di dati personali sensibili.

“È previsto solo il Bluetooth”, specifica Cédric O, perché è semplicemente uno strumento di connessione che consente a due dispositivi di comunicare tra loro quando sono vicini l’uno all’altro e questa  tecnologia è  meno invasiva del GPS. Pertanto, l’app non dovrebbe geolocalizzare le persone, ma semplicemente tracciare la storia delle loro “relazioni sociali” indicando le persone che hanno incontrato nei giorni precedenti. La difficoltà è quindi quella di garantire che queste informazioni non possano essere incrociate con altri dati dai web-malintenzionati

Gli operatori delle telecomunicazioni francesi potrebbero essere integrati nel sistema su due livelli. Il primo, per promuovere l’applicazione ai propri abbonati e incoraggiarli ad adottarla. Il secondo per inviare avvisi SMS, se necessario, ma ci occorre la mobilitazione del Governo per convincere i francesi ad installare questa applicazione sul proprio telefono attivando il Bluetooth quando si muovono. 

Ovviamente i difensori della privacy, anche in Francia, hanno levato gli scudi, tuttavia il Governo e lo Stato francese in ogni caso ne promuoveranno la diffusione di questa app a fronte di una emergenza che fa della Francia, dopo Usa, Spagna e Italia (nell’ordine) il quarto paese al mondo fra i colpiti dalla epidemia con oltre 109mila contagiati, 10.328 morti e più di 19.000 guariti.

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...