Quota 100 e assunzione docenti: 4500 precari verranno assunti

0
Quota 100 e assunzione docenti: 4500 precari verranno assunti

ARTICOLI IN EVIDENZA

E’ arrivata dall’esecutivo la conferma delle nuove assunzioni nella scuola a seguito dei pensionamenti che si erano concretizzati la scorsa estate. Lucia Azzolina, ministra dell’istruzione nel Governo Conte, ha dunque messo nero su bianco quanto predisposto nel decreto scuola dello scorso autunno.

Si tratta di un importante sblocco che permetterà il ricambio generazionale che era stato promesso con la Quota 100 ed il relativo pensionamento anticipato di numerosi lavoratori del settore della pubblica amministrazione. 

L’ultimo Consiglio dei Ministri ha dunque autorizzato l’assunzione di 4500 docenti, un numero decisamente alto seppur inferiore alle aspettative dei lavoratori. Nello specifico, i  precari chiedevano la stabilizzazione di almeno 9 mila persone ma dal Ministero giungono delle rassicurazioni: “Nuove stabilizzazioni arriveranno per l’anno 2020/2021”.

Stando a quanto riportato da questa fonte “il Ministero conferma anche che in base alla legge numero 159 del 2019, con le immissioni in ruolo dell’anno scolastico 2020/21 si concretizzerà anche il vincolo quinquennale di permanenza all’interno della scuola”.

In tal caso i docenti ed il personale in genere non potrà chiedere trasferimenti, assegnazioni provvisorie o l’ultilizzazione in altri istituti prima dei 5 anni di titolarità effettiva. Bisogna però sottolineare che da tale disposizione restano esclusi quei lavoratori che fruiscono della legge 104 “a patto che le relative tutele siano accorse in un momento successivo alla data di iscrizione ai bandi di concorso, oppure all’inserimento periodico nelle graduatorie”.

Sul fronte scuola-alunni e la tele-didattica, intanto, la ministra Azzolina ha specificato che “gli studenti saranno tutti ammessi. I dati restituiti dalle scuole sono confortanti, sono stati fatti passi avanti enormi, il personale scolastico si e’ messo al lavoro più’ che poteva. Proprio perché’ ci sono problemi gli studenti vanno tutelati”. Chiariti anche i due scenari sulla maturità.

È SUCCESSO OGGI...