Garante Lazio, 35 mila euro per detenuti senza casa

0
Garante Lazio, 35 mila euro per detenuti senza casa
Roma, raffiche di rapine tra San Giovanni e Tuscolano: arrestato

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il Garante delle persone private della liberta’ della Regione Lazio ha deciso di destinare 35 mila euro per sostenere le spese alloggiative dei detenuti delle carceri della regione ammissibili alla detenzione domiciliare presso strutture presenti nel territorio della regione e disponibili ad ospitare detenuti senza domicilio e risorse per farvi fronte. La misura si aggiunge a quella gia’ adottata l’11 marzo scorso per consentire ad alcuni detenuti in semiliberta’ e privi di domicilio di godere del primo periodo di licenza disposto dalla magistratura di sorveglianza.
“Come prevedibile, l’assenza o l’inidoneita’ del domicilio proposto dai singoli detenuti sta falcidiando in ultima istanza le domande che sopravvivono a tutte le altre condizioni di inapplicabilita’ delle misure decise dal Governo per la riduzione della popolazione detenuta durante la emergenza Covid-19. Si tratta, in questo caso, di una condizione che nulla ha a che fare con la pericolosita’ del richiedente o con la meritevolezza della sua condotta, ma esclusivamente con il suo benessere e le sue relazioni familiari e sociali: se sei solo e senza risorse, resti in carcere, anche se saresti potuto andare ai domiciliari. Una evidente ingiustizia”, dichiara il Garante Stefano Anastasia, che aggiunge: “Sarebbero servite ben altre misure per ridurre la popolazione detenuta e servono ben altri interventi da parte della Amministrazioni competenti.
Sappiamo che almeno questi ultimi sono allo studio, nel frattempo cerchiamo di evitare che istanze accoglibili da parte della magistratura di sorveglianza siano per questa ragione accantonate o, peggio, rigettate”.

È SUCCESSO OGGI...

Roma, prosegue la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte della polizia: 13...

0
I poliziotti del commissariato Trastevere hanno denunciato, in stato di libertà, un minorenne che, in Piazza San Cosimato, è stato trovato in possesso di 0.9 grammi di marijuana e 21 grammi di...

Coronavirus, in Serbia le bugie di stato

0
Da Belgrado Antonela Riha per Obc (Osservatorio Balcani e Caucaso, periodico on line) scrive che a più di tre mesi dall’annucio dell’epidemia di coronavirus, in Serbia si registra un drammatico aumento di...