Coronavirus, tutte le impressionanti analogie col film Contagion di Steven Soderbergh

0
Coronavirus, tutte le impressionanti analogie col film Contagion di  Steven Soderbergh

ARTICOLI IN EVIDENZA

Contagion è un film del 2011 diretto da Steven Soderbergh, con protagonisti Marion Cotillard, Matt Damon, Laurence Fishburne, Jude Law, Gwyneth Paltrow, Kate Winslet e Bryan Cranston. Un cast d’eccezione per un film che ha delle impressionanti analogie con la pandemia globale che stiamo vivendo in questi giorni. A partire dall’incipit del film notiamo una diabolica affinità tra la genesi della pandemia di Contagion e quella del nostro Coronavirus. 

Dopo essere stata ad Hong Kong in viaggio d’affari, Beth Emhoff crolla a terra apparentemente per una banale influenza. Portata velocemente in ospedale, muore poco dopo il suo ricovero a causa di una malattia sconosciuta. La donna viene quindi indicata come la prima persona conosciuta ad aver contratto questa malattia, che viene indicata successivamente con la sigla di virus MEV-1.

Nella ricerca di una possibile cura, il dottor Ellis Cheever, capo del CDC, incarica la dottoressa Ally Hextall di indagare sui primi casi di morti. Contemporaneamente la dottoressa Leonora Orantes viene inviata in un villaggio cinese alla ricerca del paziente zero. Viene scoperto che il ceppo iniziale si è diffuso per un incrocio di virus tra pipistrello e maiale e che il virus originario colpisce polmoni e sistema nervoso.

Intanto si diffonde il panico tra la popolazione che vede la malattia proliferare senza che vi siano rimedi efficaci. Un blogger, Alan Krumwiede, che si occupa di teorie del complotto decide di lucrare sulla situazione, e si accorda con un’azienda produttrice di un rimedio omeopatico a base di forsizia per far credere che questo preparato possa curare il virus.

Tramite un inganno (si finge malato e poi guarito grazie alla forsizia) ottiene milioni di contatti per il proprio blog, mentre nel mondo il virus si diffonde e miete milioni di vittime.
Il dottor Cheever annuncia alla dottoressa Hextall che la malattia è troppo pericolosa e pertanto il virus dovrà essere trattato con livello di Biosicurezza 4. Tuttavia il dottor Ian Sussman, contravvenendo all’ordine del dottor Cheever, riesce a far riprodurre il virus in colture virali, passo fondamentale nella ricerca di un vaccino.

Durante l’organizzazione medica dei siti dove stazionare i numerosi infetti da MEV-1, la stessa dottoressa Erin Mears contrae la malattia, morendo in uno dei luoghi che essa stessa aveva dato ordine di organizzare.
Dopo diversi giorni è pronto un vaccino che deve però passare attraverso la lunga fase della sperimentazione clinica, la dottoressa Hextall decide di testare l’efficacia del vaccino su se stessa, cosa che permetterebbe un’approvazione più veloce dello stesso. La stessa dottoressa farà visita al padre, precedentemente infettato dal virus, per testare il vaccino, che risulta essere efficace. Dopo essere stato approvato, non essendoci scorte sufficienti per la somministrazione in contemporanea a tutti i malati, si decide di somministrarlo a scaglioni, basandosi sull’estrazione a sorte delle date di nascita dei cittadini per determinare un ordine di ricezione del vaccino. Molte persone però, convinte da Krumwiede, spingono perché il vaccino non venga imposto a tutti.
Il blogger viene arrestato ed accusato di cospirazione, truffa e omicidio colposo: le analisi sullo stesso Krumwiede dimostrano infatti che l’uomo, non presentando anticorpi contro il virus MEV-1, non ne è stato mai affetto e che la cura omeopatica della forsizia era un inganno.
Il dottor Cheever rinuncia al proprio vaccino e lo dona al figlio di un guardiano, che aveva assistito alla telefonata con cui il dottore aveva indebitamente sfruttato la propria posizione per far fuggire la moglie da Minneapolis prima che la città venisse messa in quarantena.
Nel finale viene mostrata la trasmissione iniziale del virus. Delle pale meccaniche dell’azienda per cui lavorava Beth Emhoff estirpano delle palme da una foresta nei pressi di Hong Kong, piante dalle quali vengono disturbati alcuni pipistrelli che si spostano su un albero di banane; uno di questi cibandosi dei frutti ne fa cadere un pezzo all’interno di un capannone in cui uno dei maiali allevati lo mangia. Il maiale, successivamente ucciso e portato in un ristorante del centro di Hong Kong, viene trattato a mani nude dallo chef. Lo stesso cuoco, senza lavarsi le mani successivamente al contatto con la bocca del suino, stringerà le mani di Beth Emhoff che si trova proprio nel ristorante della metropoli durante il viaggio di lavoro per la propria azienda, facendola diventare il paziente zero.

E sono proprio i protagonisti del film, un Matt Damon che sembra appena caduto dal letto e una Kate Winslet inedita, quasi senza trucco, che si sono prestati a dare i loro volti via skype per un video-messaggio su come comportarsi ai tempi di Coronavirus. Dei veri e propri tutorial, chiesti anche a Laurence Fishburne e Jennifer Ehle, dagli quegli stessi scienziati della Columbia University Mailman School of Public Health che erano stati nel 2011 i consulenti di ‘Contagion’. Il disaster movie è ora tra i più cliccati, sulle piattaforme streaming di tutto il mondo, per la sua impressionante preveggenza.

Così quando qualche giorno fa, quegli scienziati e virologi della Columbia University si sono rivolti al regista e al cast per chiedere aiuto nessuno ha avuto nulla da dire. A Matt Damon, che nel film interpreta un uomo apparentemente immune al virus, il compito più difficile, ovvero quello di introdurre i video dei colleghi e sottolineare l’importanza della distanza sociale. Kate Winslet, che in Contagion era una epidemiologa alla spasmodica ricerca del paziente zero, non solo spiega quanti sia importante lavarsi le mani, ma ce lo fa vedere dettagliatamente dal suo bagno di casa sottolineando a un certo punto che «oggi la nostra vita dipende anche da questo».

È SUCCESSO OGGI...

Elezioni comunali di Genzano di Roma: il Movimento 5 Stelle presenta la lista 2.0...

0
Il Movimento 5 Stelle di Genzano di Roma scende in campo e presenta la sua lista elettorale 2.0: una proposta di squadra di governo completamente rinnovata con Walter Ippolito candidato Sindaco. La lista...

Il grido dei sindacati: “Situazione fuori controllo al Nomentana Hospital”

0
"Non c’è un minuto da perdere. Regione Lazio e Asl Roma 5 intervengano subito o al Nomentana Hospital sarà una vera catastrofe per gli operatori e i pazienti ricoverati”. Questo è il...

Calci e pugni all’anziano padre, orrore in una casa a Civitavecchia

0
I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato un 40enne del posto, con precedenti, per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Ieri sera, durante una lite per...

Roma, trovato in strada con dosi di cocaina: a casa nascondeva altra droga

0
I Carabinieri della Stazione Roma Torrino Nord hanno arrestato un 32enne, originario di Saronno ma residente a Roma, senza occupazione e con precedenti, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di...

Uscite scaglionate per cognome, le nuove misure restrittive ad Artena

0
Visto il numero di casi di positività al coronavirus covid-19, ho deciso di firmare un’ordinanza per disciplinare l’accesso per gli acquisti presso le medie e grandi strutture di vendita del territorio comunale...