Doc – Nelle Tue Mani, ecco chi è Pierdante Piccioni, il medico interpretato da Luca Argentero nella fiction di Rai Uno

0
Doc – Nelle Tue Mani, ecco chi è Pierdante Piccioni, il medico interpretato da Luca Argentero nella fiction di Rai Uno
Luca Argentero

ARTICOLI IN EVIDENZA

Doc – Nelle tue mani è una serie televisiva italiana del 2020 diretta da Jan Maria Michelini e Ciro Visco.

La serie è liberamente ispirata alla vera storia del primario Pierdante Piccioni che, risvegliatosi da un coma dovuto a un incidente stradale avvenuto il 31 maggio 2013 che gli ha causato lesioni cerebrali, ha perso 12 anni di memoria.

La serie è attualmente composta da 8 episodi rispetto ai previsti 16, ciò a causa della diffusione di COVID-19 che ne ha interrotto momentaneamente le riprese. Il finale andrà in onda in autunno.

Il dottore è stato primario del Pronto soccorso dell’ospedale di Codogno fino al 31 maggio 2013. Dopo quella data la sua vita è stata completamente stravolta da un incidente. Una volta uscito dal coma Piccioni era convinto fosse il 25 ottobre del 2001 e pensava di avere appena accompagnato i figli a scuola…Da lì una strada tutta in salita che ha portato oggi Pierdante a combattere in prima linea l’emergenza Coronavirus. Dopo avere rinunciato al posto di primario, Pierdante Piccioni collabora oggi con l’ospedale di Lodi dove ha il compito di trovare percorsi specifici per disabili e malati cronici.

La fiction, diretta da Jan Maria Michelini e Ciro Viscoispirata ad una storia vera, vede nei panni del protagonista – il medico Andrea Fanti Luca Argentero. Nel Cast anche Matilde Gioli nel ruolo di Giulia Giordano, allieva ed amante – ormai dimenticata – del dottore.

A causa di un trauma cerebrale Andrea Fanti ha perso la memoria dei suoi ultimi dodici anni e, per la prima volta, si ritrova ad essere non più il medico brillante di sempre, ma un semplice paziente. Amputato di molti dei suoi ricordi, precipita in un mondo sconosciuto: famiglia, figli, amici, colleghi, tutti diventano improvvisamente estranei. Anche la sua carriera torna indietro: da primario a meno di uno specializzando. L’ospedale diventa l’unico posto in cui si sente veramente a casa, rappresenta il luogo della rinascita che gli offre l’opportunità di essere un medico nuovo, molto diverso da quello che era stato fino al momento dell’incidente.

È SUCCESSO OGGI...

Coronavirus, in Serbia le bugie di stato

0
Da Belgrado Antonela Riha per Obc (Osservatorio Balcani e Caucaso, periodico on line) scrive che a più di tre mesi dall’annucio dell’epidemia di coronavirus, in Serbia si registra un drammatico aumento di...

Roma, prosegue la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte della polizia: 13...

0
I poliziotti del commissariato Trastevere hanno denunciato, in stato di libertà, un minorenne che, in Piazza San Cosimato, è stato trovato in possesso di 0.9 grammi di marijuana e 21 grammi di...

CORONAVIRUS, D’AMATO: «OGGI REGISTRIAMO 20 CASI, DI QUESTI L’80% SONO CASI DI IMPORTAZIONE»

0
“Oggi registriamo un dato di 20 casi. Dei nuovi casi l’80% sono quelli di importazione (16). Di questi casi di importazione 12 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già...