Il teatro di Cinque: recensione di Vetri Rotti (Broken Glasses). Regia di Armando Pugliese – le fratture all’interno di una coppia sullo sfondo della tragedia nazista

0
Il teatro di Cinque: recensione di Vetri Rotti (Broken Glasses). Regia di Armando Pugliese – le fratture all’interno di una coppia sullo sfondo della tragedia nazista

ARTICOLI IN EVIDENZA

Focalizzandosi su una coppia a New York City in 1938, nello stesso periodo della Notte dei cristalli, Night of Broken Glass, Arthur Miller ci fa riflettere sulle radici del male e su come queste ci portino ad uno stato di impotenza che può sfociare in tragedia.

La piece ha debuttato a Broadway nel 1994. Quattro mesi dopo il debutto newyorchese debuttò a Londra, dove vinse il Laurence Olivier Award per la migliore nuova opera teatrale.

Abbiamo visto questa messa in scena ma abbiamo apprezzato anche la messa in scena che ne ha fatto il regista Pugliese trasformando la scena borghese in un palcoscenico su cui si confrontano i vari personaggi sullo sfondo di un fondale simile ad una grossa palizzata con porte che si aprono su una New York assolata e piena di grattacieli. La tragedia nazista è vista come lontana quindi il dramma che si consuma in casa Gellburg sembra fuori dalla realtà, con una moglie improvvisamente paralizzata che soffre per quello che sta succedendo in Germania con gli ebrei costretti a pulire le strade con uno spazzolino da denti.

I 5 personaggi Sylvia Gellburg, Phillip Gellburg, marito di Sylvia, il dottor Harry Hyman, Margaret Hyman, moglie del Dr. Hyman, Harriet, sorella di Sylvia, Stanton Case, Padrone di Phillip Gellburg sono molto ben delineati e gli attori nella parte. Spicca Elena Sofia Ricci nella parte della moglie che domina la scena mostrando una notevole maturità.

Phillip e Sylvia Gellburg sono una coppia di ebrei a Brooklyn. Nel novembre 1938 Sylvia rimane improvvisamente paralizzata agli arti inferiori mentre legge le notizie della notte dei cristalli nella Germania nazista. Phillip si rivolge al Dr. Harry Hyman, che ritiene che la radice del male sia psicosomatica e, pur non essendo uno psichiatra, inizia un percorso di analisi scavando nel matrimonio della Gellburg e ponendo al marito domande imbarazzanti.

Si vede subito la reticenza del marito ad ammettere la sua freddezza con la moglie e le bugie che racconta quando il medico gli chiede se le ha dato amore. La moglie del medico comincia a capire che l’interesse del marito nei confronti di Sylvia non è solo professionale e comincia a chiederne conto. Intanto Phillip ha problemi anche con il suo datore di lavoro cui fa perdere un grosso affare ed entra in un baratro.

Non è più un uomo d’affari, di cui conserva la parvenza esterna, sempre vestito di nero, non riesce a considerarsi veramente ebreo, non riesce a mantenere la moglie che ama e che accusa di non aver mai voluto accettare che fosse lui l’uomo di casa. Questa è la giustificazione che lui da ad un matrimonio bianco e quindi alla sua impotenza che la moglie gli rinfaccia.

Il dubbio che viene è che Miller, allora settantanovenne, voglia riflettere sulla sua vicenda personale con Marylin Monroe che si convertì all’ebraismo ma di cui lui non seppe conservare l’amore, e del figlio Daniel che nacque con la sindrome di Down che non seppe mai amare.

La malattia di Sylvia è la conseguenza della sua identificazione con gli ebrei attualmente perseguitati dai teppisti nazisti nella Germania di Hitler o ha a che fare con il ritiro dell’affetto fisico da parte del marito, Phillip e il suo atteggiamento ambivalente al proprio essere ebreo?

Dove si sono rotti i vetri? Quando è iniziato il percorso che porta tutto a esplodere?

Philip forse lo capisce e ne viene sopraffatto, ma viene colto da un infarto ed entra nell’agonia che lo porterà alla morte; prima di spegnersi, chiede a Sylvia di perdonarlo, e la moglie guarisce, come se le sue gambe ritrovassero quella forza che il matrimonio le aveva levato.

Premio Flaiano 2018 a Elena Sofia Ricci per l’interpretazione.

Anna Maria Felici

Regista

Armando Pugliese

Attori

Elena Sofia Ricci, Maurizio Donadoni, David Coco

Elisabetta Arosio, Alessandro Cremona, Serena Amalia Mazzone

È SUCCESSO OGGI...

Sassi da un cavalcavia sull’auto degli attori Benvenuti e Fresi mentre tornavano nella Capitale

0
Tornano a casa dopo lo spettacolo in un teatro abruzzese e vengono colpiti da una pietra lanciata dal cavalcavia. Grande spavento per Stefano Fresi e Alessandro Benvenuti. I due attori stavano tornando...

Violento incidente sulla Cassia, traffico in tilt: chiusa temporaneamente la carreggiata in direzione Roma

0
Sulla strada statale 2bis “Cassia Veientana”, all’altezza di Prima Porta (km 5) è temporaneamente chiusa la carreggiata in direzione Roma per consentire l`intervento dei mezzi di soccorso in seguito a un incidente.   Il...

EX BANDA DELLA MAGLIANA, 38 ARRESTI A ROMA E SEQUESTRO DI 15 MILIONI DI...

0
Maxiblitz dei carabinieri del comando provinciale di Roma, che hanno arrestato 38 persone ritenute appartenenti, a diverso titolo, di un'associazione per delinquere facente capo a Salvatore Nicitra, uno degli ex boss della...

Il teatro di Cinque: recensione di Vetri Rotti (Broken Glasses). Regia di Armando Pugliese...

0
Focalizzandosi su una coppia a New York City in 1938, nello stesso periodo della Notte dei cristalli, Night of Broken Glass, Arthur Miller ci fa riflettere sulle radici del male e su come...

TERRIBILE INCIDENTE STRADALE: SCONTRO TRA CAMION E AUTO, CODE SU A1 VICINO ROMA

0
Code in direzione della Capitale sulla A1 Firenze-Roma, tra Ponzano Romano e la Diramazione Roma Nord, a causa di un incidente al km 530 che ha coinvolto un camion e...