“DTC Lazio: dalla valorizzazione allo sviluppo”. Nuove prospettive per i beni culturali

0
“DTC Lazio: dalla valorizzazione allo sviluppo”. Nuove prospettive per i beni culturali

ARTICOLI IN EVIDENZA

Cultura e innovazione tecnologica. Due concetti apparentemente distanti, in realtà molto più vicini di quanto sembri.

Questa mattina presso la sede di Lazio Innova ha presentato durante l’evento “DTC Lazio: dalla valorizzazione allo sviluppo. Risultati e nuove opportunità per i Beni Culturali del Lazio” i risultati del bando “Ricerca e Sviluppo di Tecnologie per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale”, nonché le prossime iniziative DTC Lazio per il Distretto Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali del Lazio.

La Regione con questa prima parte del bando, che ha visto lo stanziamento di 3,5 milioni di euro, ha quindi selezionato i primi 49 progetti legati a ben 247 luoghi della cultura del Lazio. Adesso si passa alla loro esecuzione, che vedrà impiegati 20 milioni di euro.

DTC Lazio è finanziato dalla Regione Lazio e dal MIUR, con il supporto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, con 41,7 milioni di euro.

Hanno partecipato all’evento personalità illustri come il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini, l’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Start-Up e Innovazione della Regione Lazio Paolo Orneli, il Magnifico Rettore dell’Università La Sapienza di Roma Eugenio Gaudio, la prorettrice alle Infrastrutture e Strumenti per la Ricerca di Eccellenza dell’Università La Sapienza e coordinatrice del Centro di Eccellenza del DTC Lazio Maria Sabrina Sarto e Nicola Tasco, alla sua prima apparizione pubblica come presidente di Lazio Innova.

Per l’occasione è stato anche presentato un nuovo bando del Centro di Eccellenza da 4,5 milioni di euro destinati a “Progetti per il Capitale Umano” e “Progetti di Ricerca Sviluppo e Innovazione”. Le richieste per i “Progetti per il Capitale Umano” potranno essere fatte fino al 28 febbraio, mentre quelle per i “Progetti di Ricerca Sviluppo e Innovazione” dal 28 febbraio al 31 marzo, a Lazio Innova, sulla piattaforma GeCoWeb (per maggiori informazioni consultare i siti www.lazioeuropa.it, www.lazioinnova.it e www.dtclazio.it).

Durante l’evento i vari interventi che si sono susseguiti hanno sottolineato la necessità di una maggiore integrazione non solo tra cultura e tecnologia, ma anche tra enti culturali, aziende e operatori del settore terziario, in particolar modo turistici, rivendicando la vocazione dell’Italia nel campo culturale e archeologico, visto il nostro grandissimo patrimonio storico. Il Rettore Gaudio ha infatti parlato della grandissima importanza del connubio tra tradizione e innovazione, nonché il grandissimo contributo dato dai giovani per la realizzazione di un umanesimo che possa andare incontro alla globalizzazione, per non dimenticarci delle nostre radici senza però chiuderci al progresso.

Grande enfasi ha dato il presidente Zingaretti alle peculiarità del Lazio, dove la grande forza delle cinque suddivisioni amministrative della Regione (quattro province + Città Metropolitana di Roma) sono state al tempo stesso la sua debolezza, visto che, secondo le sue parole: “Questa grande ricchezza è poco sistema”. C’è dunque bisogno di coesione interna, creare appunto un sistema che possa offrire al Paese un modello di crescita, vista anche la grande forza economica di questa terra, unire “il capitello e il chip”, riferendosi alla locandina dell’evento, dove un uomo seduto in cima a un capitello osserva i luoghi storici di Roma attraverso un visore VR, sottolineando la possibilità che ci può dare la tecnologia nel rivivere il nostro mondo com’era migliaia di anni fa, sfruttando la grandissima concentrazione di beni culturali nel Lazio.

Il ministro Franceschini ha quindi continuato il discorso del presidente ribadendo come l’Italia abbia sempre dato importanza al suo patrimonio umanistico, fin dagli Stati pre-unitari, dotandosi di una legislazione in difesa di esso, e di come questo Paese debba essere votato all’innovazione, puntando sulla digitalizzazione, in particolare del settore artistico, documentario, bibliotecario e archeologico.

Tutto questo, dunque, per rendere l’Italia non solo più prospera, ma anche per dare un esempio al livello internazionale, visto il grande impatto che questi progetti possono avere nel mondo con un ritorno sia in termini di prestigio che economici per il Lazio, come detto ai nostri microfoni dal Magnifico Rettore della Sapienza Gaudio: “Io penso che abbia un impatto molto significativo al livello internazionale, perché tutto il mondo guarda all’Italia, e a Roma in particolare, quindi al Lazio, come il centro della cultura. Quando viaggiamo all’estero tutti hanno dell’Italia e di Roma questa concezione «altra», in termini culturali. Poi, magari, non siamo in grado di offrire quello che ci si aspetta. Quindi io penso che questo progetto, unendo innovazione e tradizione, possa essere non solo innovativo, ma anche molto produttivo per il futuro della nostra Regione”.

 

Simone Pacifici

È SUCCESSO OGGI...

Atac, aperte buste gara per bus ibridi. Prima in graduatoria Mercedes. Primi arrivi a...

0
Il 10 febbraio si è tenuta la seduta pubblica per l'apertura delle buste con le offerte economiche della gara bandita da Atac per l'acquisto di 100 bus ibridi in autofinanziamento, all'esito della...

Sassi da un cavalcavia sull’auto degli attori Benvenuti e Fresi mentre tornavano nella Capitale

0
Tornano a casa dopo lo spettacolo in un teatro abruzzese e vengono colpiti da una pietra lanciata dal cavalcavia. Grande spavento per Stefano Fresi e Alessandro Benvenuti. I due attori stavano tornando...

“DTC Lazio: dalla valorizzazione allo sviluppo”. Nuove prospettive per i beni culturali

0
Cultura e innovazione tecnologica. Due concetti apparentemente distanti, in realtà molto più vicini di quanto sembri. Questa mattina presso la sede di Lazio Innova ha presentato durante l’evento “DTC Lazio: dalla valorizzazione allo...

Capannelle, Frongia chiede sospensione procedura di licenziamento di quattro dipendenti Hippogroup

0
Roma Capitale sta seguendo già da giorni con grande attenzione la vicenda relativa alla procedura di licenziamento di quattro dipendenti da parte di Hippogroup, la società che gestisce l’impianto sportivo del Comune...

Amazon sbarca a Colleferro, è ufficiale: 500 nuovi posti di lavoro

0
Oggi Amazon ha annunciato l’apertura di due nuovi centri di distribuzione in Italia che saranno operativi entro la fine del 2020. Nei due siti logistici, che sorgeranno rispettivamente tra i comuni di...