Coronavirus, lo Spallanzani conferma: c’è il primo italiano positivo ai test

0
Coronavirus, lo Spallanzani conferma: c’è il primo italiano positivo ai test

ARTICOLI IN EVIDENZA

Purtroppo la notizia che nessuno voleva leggere è arrivata. Nella serata di giovedì 6 febbraio, infatti, l’Istituto Spallanzani di Roma ha confermato il primo caso di cittadino italiano risultato positivo ai test del coronavirus. Si tratta di uno dei 56 nostri connazionali fatti rientrare lo scorso 3 febbraio da Wuhan con un volo di Stato e messi in quarantena presso la cittadella militare della Cecchignola. Il paziente risultato poi positivo al virus era stato ricoverato in ospedale nella mattinata di giovedì per un sospetto contagio che è stato successivamente confermato in serata.

Al momento non si conoscono ancora le generalità dell’italiano risultato positivo al coronavirus se non che era una delle 56 persone rientrate lunedì da Wuhan, epicentro mondiale dell’epidemia. La conferma del contagio è stata comunicata al ministero della Salute dall’Istituto Superiore di Sanità, che ha contestualmente fatto scattare la sorveglianza epidemiologica.

Il paziente si trova attualmente in isolamento all’Istituto Spallanzani (dove sono ancora ricoverati in terapia intensiva i due turisti cinesi trovati positivi al coronavirus in un hotel di Roma lo scorso 30 gennaio), anche se le sue condizioni non risultano per il momento critiche. Il bollettino medico diffuso in giornata parla infatti di un “modesto rialzo termico ed iperemia congiuntivale”.

Le poche informazioni circa il contagiato arrivano dagli altri nostri connazionali in quarantena alla Cecchignola, che affermano: “Con questa persona risultata positiva, un giovane tra i 30 e i 40 anni, abbiamo avuto pochi contatti in questi giorni. Prima che fosse trasferito allo Spallanzani, lui si trovava in una stanza singola”.

 

È SUCCESSO OGGI...