Convegno Federmanager: le prospettive di Roma Capitale alla luce delle tendenze in atto

0
Convegno Federmanager: le prospettive di Roma Capitale  alla luce delle tendenze in atto

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il 6 febbraio al Centro Congressi della Facoltà di scienze politiche, sociologia e comunicazione si è svolto il convegno per la presentazione degli esiti della ricerca dal titolo LE PROSPETTIVE DI ROMA CAPITALE alla luce delle tendenze in atto, condotta da Federmanager Roma con il contributo tecnico-scientifico dello stesso ateneo capitolino.

http://www.roma.federmanager.it/events/le-prospettive-di-roma-capitale-alla-luce-delle-tendenze-in-atto/

Dopo gli interventi istituzionali c’è stata una interessante tavola rotonda con:

Romano Benini, Docente di Politiche ed lstituzioni del mercato del lavoro Universita La Sapienza

Orazio Carpenzano, Ordinario di Progettazione Architettonica e Urbana, Universita La Sapienza

Paolo Conti, editorialista de II Corriere della Sera

Giancarlo Loquenzi – Conduttore Zapping Radio 1

Giuseppe Ricotta, Professore Associato di Sociologia generale, Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche Universita La Sapienza – Roma

I partecipanti hanno messo in luce alcuni punti importanti che fanno riflettere sul futuro della capitale d’Italia.

Dice il prof. Capenzano: Roma sta subendo un declino demografico dovuto alla competitività tra territori che attraggono e svuotano altri. Questo è dovuto al fatto che si stanno creando nuove forme di prigionia ed esclusione soprattutto nelle aree dell’estrema periferia. Mancano pontili d’attracco che le mettano in collegamento, ad esempio attraverso il completamento dell’anello ferroviario
Muoversi all’interno dello spazio urbano vuol dire capire che ci sono tante traiettorie senza orientamento ed ai pendolari è impedito di trovare la traiettoria libera che porta da casa al lavoro… Si parla di mobiligence ovvero la funzione adattiva che è considerata emergere dall’interazione del corpo, del cervello e dell’ambiente, che è causato dal movimento di un soggetto. Se guardiamo gli storni vediamo che si muovono in ‘nuvole’ che sono composte da centinaia di soggetti che tra di loro non collidono. La nuvola si muove compatta.

La mobilità urbana è un fattore fondamentale per muovere le masse che la mattina si spostano da un territorio all’altro, da un territorio in cui non c’è lavoro ad uno in cui c’è lavoro. Questo spostamento a Roma è estremamente difficoltoso come vediamo tutti i giorni ed il dato che fa impressione è che è previsto un passaggio nei prossimi anni da 7 milioni a 9 milioni di spostamenti che culminerà nel 2025 anno santo in cui ci sarà il crack della mobilità.

Dice Paolo Conti che, dal suo osservatorio quotidiano attraverso la rubrica del Corriere della Sera, raccoglie gli sfoghi dei romani, che Roma è una barca senza guida.

Non ci sono progetti, si pensa solo a risolvere il quotidiano. Una incapacità sostanziale di darsi un piano è stata evidenziata anche da altre ricerche fatte in questo periodo sul tema e l’osservazione che Roma si mostra attraverso il racconto esclusivo del passato e non dice una parola sul futuro è la sintesi migliore che si possa fare oggi su come si muove l’amministrazione.

Le ultime tre amministrazioni hanno pensato solo a distruggere quello che era stato fatto ma non hanno generato idee su cosa fosse la visione di futuro che avevano, e questo è avvilente. L’ultima stagione creativa è stata quella dell’anno santo del 2000, cioè 20 anni fa.

Non c’è un manager, c’è un avvicendamento al Comune ed alle partecipate che fa paura. Se ignori la realtà quella si organizza, quindi se non c’è un’idea di cosa vogliamo essere una visione identitaria, un’immagine specializzata andiamo alla deriva e ci troviamo con una città auto organizzata in cui AIRBNB ed i negozi di souvenir fanno da padrone.

Inoltre la politica di spending review ha portato lo Stato a ritirarsi dalle periferie e la sicurezza è diventata un grosso problema contribuendo ad aumentare la sensazione di una città autoreferenziale alla quale non importa niente della sua popolazione.

Non ultimo l’occupazione. Quando una città non funziona non attrae.

Il grido di dolore che si leva anche da questo convegno è che mai le società sono uscite dal declino senza un progetto ed un management degno di codesto nome. Questa affermazione fatta nella sede di una grande Università con l’associazione dei Manager ha sicuramente un grosso peso.

Le competenze ci sono, usiamole.

Anna Maria Felici

È SUCCESSO OGGI...

Campidoglio, Tar Lazio dà ragione a Roma Capitale su gara ristorazione scolastica

0
Il Tar del Lazio ha respinto tutti i ricorsi presentati dalle società in merito alla “procedura aperta per l’affidamento del servizio di ristorazione scolastica a ridotto impatto ambientale nei nidi capitolini, nelle...

ZINGARETTI: «CHI NON USA MASCHERINA NON È FIGO MA UN COMPLICE DEL VIRUS». SULLA...

0
"Oggi alle 15,30 si è concluso l'ultimo tavolo di verifica con il Mef, dopo 12 anni da domani mattina si chiude il periodo del commissariamento per la sanità". Lo ha annunciato il...

Trans trovato morto a Roma: indagini dei carabinieri

0
Il cadavere di una persona di 36 anni, transessuale di origine brasiliane e' stato trovato ieri alle 22 in un'area buia di piazzale Pino Pascali, zona Tor Sapienza, a Roma. A scoprire...

Castel Romano, la polizia locale, ritrova merce oggetto di furto. Apparteneva a dei turisti...

0
E' della tarda mattina di oggi l'intervento della Polizia Locale di roma Capitale all'interno del campo nomadi di Castel Romano, dopo aver ricevuto una segnalazione di furto da parte di una coppia...

RFI, LINEE FL2, FL4 E FL6: AL VIA I LAVORI PER POTENZIAMENTO INFRASTRUTTURALE E...

0
Per lavori di manutenzione straordinaria e potenziamento infrastrutturale sulle linee FL6 (Roma Termini – Frosinone/Cassino), FL4 (Roma Termini – Velletri/Albano Laziale/Frascati) e FL2 (Roma Tiburtina – Tivoli) la circolazione ferroviaria subirà modiche...