I film di Cinque. Recensione de “Il mistero Henri Pick” (Le Mystère Henri Pick), regia di Rémi Bezançon. La biblioteca dei manoscritti rifiutati

0
I film di Cinque. Recensione de “Il mistero Henri Pick” (Le Mystère Henri Pick), regia di  Rémi Bezançon.  La biblioteca dei manoscritti rifiutati

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il film è un adattamento dell’omonimo romanzo di David Foenkinos

Fabrice Luchini, star del cinema francese, è bravissimo a recitare ruoli che fanno intravvedere l’uomo normale sotto il cattedratico o l’uomo di successo.

In questo caso è un critico letterario, Jean Michel Rouche, con una sua trasmissione televisiva molto seguita che deve recensire un libro di enorme successo di un autore improbabile con una storia che fa acqua da tutte le parti.

Pare che un pizzaiolo di un piccolo paese, morto due  anni prima, abbia scritto un libro magnifico, con citazioni provenienti da un libro russo mai tradotto, e con una modalità di scrittura originale ed avvincente.

Il libro è stato ritrovato nella Biblioteca dei libri rifiutati dagli editori dalla giovane editrice Daphné Despero (Alice Isaaz). A questo punto inizia una piacevolissima storia gialla che esplora la reazione della moglie e della figlia, che cercano di capire chi fosse veramente il rispettivo marito/padre, del critico che, non essendo creduto da nessuno, perde lavoro e moglie ma continua ad indagare, del mondo degli editori che vogliono a tutti i costi speculare sul successo editoriale ed ingaggiano giovani stagisti che passano le giornate leggendo i manoscritti rifiutati alla ricerca di un altro capolavoro. I titoli dei libri rifiutati sono un capolavoro e ci dicono che ciascuno di noi potrebbe avere il suo libro in quella particolare biblioteca.

 

Jean Michael partirà per la Bretagna ed inizierà ad indagare per conto suo entrando in un mondo che vuole credere a tutti i costi che Henry Pick sia l’autore del libro per avere un concittadino famoso. Persino  il nuovo proprietario della pizzeria, che fa crepes, organizza visite guidate al locale ma si lamenta di essere costretto a fare pizze perché nessuno vuole le sue crepes di cui va fiero. Sarà proprio la figlia di Henry Pick che inizierà a dubitare della storia e si accompagnerà al critico per capire la verità. Joséphine Pick  è un’accanita lettrice da quando era piccola e non riesce a capacitarsi del fatto che il padre tra una pizza e l’altra leggesse romanzi filosofici.  Ecco che il giallo si dipana aggiungendo elementi che portano ad una verità per niente scontata.

 

Gli attori sono perfettamente in parte ed il film è estremamente piacevole ed avvincente con Luchini che si prende la scena con la sua figura di uomo estremamente colto e competente che deve combattere con un sistema che considera la cultura inutile pedanteria. La moglie lo butta fuori di casa, una casa tappezzata di libri, la TV per cui lavora lo caccia perché in trasmissione osa mette in dubbio la storia che circonda il libro. Tutto questo invece di deprimerlo lo stimola a lavorare per dimostrare che aveva ragione. Ma quando un libro è entrato in un ingranaggio è difficile farlo uscire e la verità forse è peggio della bugia perché fa troppo male a tante persone.

In ogni caso la verità va perseguita almeno per etica professionale e soddisfazione personale.

 

E’ un film estremamente serio  che riflette sul ruolo della TV e  dei libri  che pone la domanda se il successo del libro sia dovuto al suo contenuto o al mistero  che lo circonda puntando il dito sul ruolo degli editori alla ricerca del capolavoro da lanciare e della strategia di marketing giusta.

 

Ma la cultura che fine fa?

 

 

Anna Maria Felici

 

Regista

            Rémi Bezançon.

Attori

Fabrice Luchini, Camille Cottin, Alice Isaaz

È SUCCESSO OGGI...

Controlli dei Carabinieri a Tor Bella Monaca, tre arresti

0
I Carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca ieri pomeriggio hanno effettuato tre arresti in sequenza, uno dopo l'altro. In via Santa Rita da Cascia, il primo a finire in manette...

Incendio a Ponte Milvio, evacuato un palazzo

0
L'appartamento di via Flaminia 466 colpito dalle fiamme e' stato reso inagibile per il fumo e il calore sprigionato dall'incendio. Lo si apprende dai vigili del fuoco intervenuti sul posto, insieme ai...

SAN LORENZO – INCALLITO STALKER SI ATTACCA AL CITOFONO DELLA SUA EX E LA...

0
Non sono bastati i ripetuti ammonimenti ricevuti a causa del comportamento vessatorio che, dalla fine della relazione, stava metteva in atto nei confronti della sua ex. Ieri sera, l’incallito stalker – un romano...

Gruppo di ciclisti travolto in strada: grave incidente vicino Roma

0
Sulla statale 1 Aurelia in prossimità di Santa Marinella al km 52,200, il transito è consentito in senso unico alternato a causa di un incidente che ha visto coinvolto un gruppo di...

I film di Cinque. Recensione de “Il mistero Henri Pick” (Le Mystère Henri Pick),...

0
Il film è un adattamento dell’omonimo romanzo di David Foenkinos Fabrice Luchini, star del cinema francese, è bravissimo a recitare ruoli che fanno intravvedere l’uomo normale sotto il cattedratico o l’uomo di successo. In questo...