Area metropolitana: finanziati i lavori per bonifica di 144 discariche abusive

0
Area metropolitana: finanziati i lavori per bonifica di 144 discariche abusive
Acilia, bonificata l'area a ridosso di piazza dei Sicani

ARTICOLI IN EVIDENZA

L’Autorità dell’Area Metropolitana ha dichiarato guerra alle discariche abusive sparse nel territorio provinciale. Nei giorni scorsi ha emesso un decreto con cui si stanzia un milione trecentomila euro a favore dei progetti presentati da 40 comuni. I fondi saranno utilizzati anche per il recupero di fossi e per installare una rete di fototrappole per cogliere sul fatto i barbari dei rifiuti.

 

Parte così una grande azione di bonifica che dovrebbe portare in pochi mesi alla scomparsa centinaia di discariche, ripulitura di rive e rupe dei centri storici come a Gorga. E’ un’operazione in grande stile che dovrebbe ripulire strade di campagna , cunette,terreni abbandonati. Il programma porterà complessivamente alla bonifica di 144 discariche illegali. Le operazioni di  recupero sono affidate per lo più alle aziende che già si occupano della raccolta dei rifiuti nel comune interessato e avverranno con le modalità della raccolta differenziata. Molti progetti prevedono la ripulitura di fossi e corsi d’acqua la cui vegetazione ripariale spesso viene utilizzata come secchio dell’immondizia.

 

La quasi totalità dei Comuni affianco all’opera di bonifica prevede di realizzare un sistema di fototrappole per evitare che le discariche fuorilegge si riformino. Il Comune di Anzio per esempio ha previsto un sistema di fototrappole mobile, cioè montato su due vetture comunali appositamente attrezzate. Curioso il caso del Comune di Saracinesco, nell’area del sublacense appollaiato sulle alture che sovrastano l’Aniene,182 abitanti nel 2017, che riceve un contributo di 40mila euro pari a quello di Campagnano comune di oltre 10 mila abitanti. Il Comune  che totalizza di più è quello di Montelanico con 100mila euro destinati a risanare due siti compromessi e un fosso. Segue Monterotondo che riceve 80mila euro. Serviranno per bonificare undici aree occupate da rifiuti. Per farlo si procederà con una operazione di raccolta differenziata. I lavori saranno condotti dalla ditta affidataria del servizio urbano. In programma anche la pulizia del Fossato dello Scoppio. Il comune di Subiaco è quello che stando al provvedimento dell’Area Metropolitana vanta più discariche abusive da risanare , ben 13 e lo farà con un contributo di 20mila euro.

 

Quattro invece i comuni che avranno 75 mila euro, sei ne riceveranno 50, quattro 40, uno 35.I restanti rientrano nel range che va da 40mila euro, a 10mila. Ognuno dei progetti sarà sorretto da una campagna di comunicazione rivolta ai cittadini.

Ecco elenco comuni con relativo finanziamento: Montelanico 100mila euro, Monterotondo 80mila, Capena, Gavignano, Gorga e Lariano 75.000; Sacrofano, Guidonia, Lanuvio, Marcellina, Palombara Sabina e Velletri 50 mila euro. A quota 40mila euro ci sono i comuni di Campagnano, Castelnuovo di Porto , Fontenuova e Saracinesco,  a 35 Riano. I comuni di Tolfa, Subiaco, Olevano Romano, Mentana, S.Polo dei Cavalieri,Montelibretti, Mentana e Agosta avranno invece 20mila euro, invece quelli di Roiate, Bracciano e Anzio prenderanno 25 mila euro. A quota 15 ci sono i comuni di Trevignano, S.Vito Romano, Rocca S. Stefano, Cave, Arsoli e Affile. Infine i comuni che hanno avuto 10mila euro di contributo: S. Angelo Romano, Castel S. Pietro,Riofreddo, Nerola, Moricone, Montorio. Parte la grande pulizia.

Luca Benigni

È SUCCESSO OGGI...

Area metropolitana: finanziati i lavori per bonifica di 144 discariche abusive

0
L’Autorità dell’Area Metropolitana ha dichiarato guerra alle discariche abusive sparse nel territorio provinciale. Nei giorni scorsi ha emesso un decreto con cui si stanzia un milione trecentomila euro a favore dei progetti...