Per Natale mi regalo uno scooter 250: quale scegliere?

0
Per Natale mi regalo uno scooter 250: quale scegliere?

ARTICOLI IN EVIDENZA

In città ci si muove meglio con lo scooter, nonostante il freddo pungente di questi giorni, perché nessun altro veicolo riesce a batterlo in mezzo al traffico. E adesso che si avvicina finalmente Natale, c’è la possibilità di farsi un regalo davvero speciale. Certo, il suo costo non sarà quello di un set di asciugamani, ma lo scooter 250 è un investimento che di fatto si ripaga da solo, e in brevissimo tempo. La cilindrata massima consigliata è proprio questa, perché consente di andare in tangenziale o in autostrada, quindi un ottimo compromesso in termini di potenza. Quale modello scegliere?

 

Come scegliere lo scooter

 

Poco sopra abbiamo anticipato che la scelta “natalizia” dovrebbe ricadere sullo scooter con cilindrata da 250, ideale per i tragitti più lunghi, specialmente se si deve andare dall’altra parte della città. Il 250 non a caso è anche il più scelto in Italia, se si parla dei motociclisti cittadini con il pallino di qualche viaggio extraurbano, e che amano la duttilità su due ruote. Quali sono i modelli più in voga? Fra i preferiti dei centauri italiani si può provare lo Yamaha XMAX, insieme al CN 250 della Honda. Ma quanto può costare il regalo di Natale da centauro? Oramai anche online si possono trovare le quotazioni dei modelli più importanti: le moto 250 sulla rivista specializzata di Dueruote ad esempio possono essere filtrate per altezza sella, prezzo o marca. Ovviamente è bene sottolineare che – ovviamente – ci sono anche altre cilindrate.  Tra le 125 ad esempio il Piaggio Liberty risulta il preferito dagli italiani, capace di destreggiarsi nel traffico pur garantendo meno potenza.

 

Quanto mi costa l’assicurazione?

 

Sicuramente saprai già che l’assicurazione della moto viene calcolata in base a diversi fattori, fra i quali troviamo anche la cilindrata. Nel calcolo rientrano altri elementi molto importanti, come nel caso della classe di merito assegnata, delle garanzie accessorie, del luogo di residenza e di alcuni dati del contraente (il sesso, l’età e la professione svolta). Qui bisogna però chiarire un falso mito: in tanti pensano che le cilindrate più basse siano più economiche, quando invece non è così.

 

Anzi, le cilindrate comprese fra i 151 e i 400 cc costano meno, perché richiedono la patente A, che a sua volta presuppone una maggiore esperienza da parte del guidatore. Esperienza che va ad abbattere anche i livelli di rischio di incidenti, e di riflesso il costo dell’assicurazione. Quanto costa, in media, una polizza per uno scooter compreso fra i 200 e i 300 di cilindrata? Si parla di una cifra intorno agli 880 euro ma, come detto, molto dipende dai fattori elencati poco sopra.

È SUCCESSO OGGI...