Aeroporti di Roma sceglie la sostenibilità ambientale per i prossimi 4 anni

0
Aeroporti di Roma sceglie la sostenibilità ambientale per i prossimi 4 anni

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il giornale economico 24 Ore riporta un ampio servizio sulle scelte ambientali di Aeroporti di Roma, la società del Gruppo Atlantia che gestisce gli aeroporti di Fiumicino e Campino.

Il piano per la sostenibilità era stato annunciato qualche giorno fa in conferenza stampa dai vertici della società che per i prossimi 4 anni ha deciso di pianificare ed investire sulla sostenibilità ambientale delle strutture aeroportuali e delle aree limitrofe. 

Nello specifico questo impegno vale per la nuova Area Imbarco a Fiumicino, per il terminal dell’Aviazione Generale dello scalo di Ciampino e per la nuova Business City progettata “con i più elevati standard di sostenibilità” dove non si prevede l’incremento del consumo di suolo per ogni passeggero che è uno dei più bassi al mondo. 

In tema di rifiuti l’azienda ha annunciato che lo scorso anno sono stati avviati agli impianti di recupero quasi il 90% dei rifiuti totali prodotti a Fiumicino e oltre il 60% di quelli prodotti a Ciampino con un costante aumento rispetto agli anni precedenti. 

Tra le altre iniziative, è operativo un sistema di raccolta porta a porta e il monitoraggio si fa anche con una pagella mensile che verifica le performance ambientali dei sub-concessionari food & beverage. 

Inoltre dal 2007 al 2018 il consumo di energia per ogni passeggero si è dimezzato mentre Adr, primo caso aeroportuale al mondo e prima azienda in Italia, ha aderito all’Epico di “The Climate Group“, che riunisce aziende energeticamente efficienti impegnate a riutilizzare l’energia e ridurre le emissioni di gas serra. 

Conclusa la parte di demolizione, sono in partenza  i lavori della  nuova Business City, un distretto direzionale che, scrive il 24Ore citando fonti Adr “richiede una rigenerazione del suolo, con vari interventi di bonifica e riqualificazione del territorio”.

In pratica significa la realizzazione di aree permeabili con una superficie verde e la realizzazione di percorsi a piedi o in bici, che collegheranno il nuovo centro al Leonardo da Vinci alla vicina area archeologica e ai parchi naturali limitrofi. 

Caratteristiche uniche al mondo per uno scalo sempre più green ma attento ai territori e alle ricchezze che lo circondano.

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...