McDonald’s alle Terme di Caracalla: Codacons avvia ricorso al Tar

0
McDonald’s alle Terme di Caracalla: Codacons avvia ricorso al Tar

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il Codacons avvia l’iter per bloccare l’apertura del McDonald’s alle Terme di Caracalla e ottenere l’annullamento del progetto. L’associazione, che definisce uno scandalo la decisione del Comune di dare il via libera all’opera, presenta infatti una istanza d’accesso al Campidoglio e al I Municipio finalizzata ad ottenere copia degli atti amministrativi che hanno autorizzato il progetto.

“Con tale istanza il Codacons avvia formalmente l’iter per impugnare al Tar del Lazio tutti i provvedimenti che autorizzano l’apertura del McDonald’s alle Terme di Caracalla e ottenerne la sospensione – spiega il presidente Carlo Rienzi – E’ semplicemente una follia regalare una fetta di centro storico ad un fast food privato che creerà degrado e deturperà il patrimonio artistico e culturale della capitale. Un comportamento schizofrenico quello del Comune che contrasta con la sua stessa delibera emanata nel 2006 nella quale, allo scopo di tutelare il patrimonio culturale di Roma, impone il divieto di aprire nuovi esercizi commerciali di fast food e altre catene, oltre a quelli già esistenti, in tutto il perimetro della Città Storica”.

È SUCCESSO OGGI...