C’è l’accordo: i cacciatori di Artena hanno di nuovo le zone in cui cacciare

0
C’è l’accordo: i cacciatori di Artena hanno di nuovo le zone in cui cacciare

ARTICOLI IN EVIDENZA

I cacciatori di Artena potranno finalmente tornare ad esercitare l’attività venatoria in zona. Da due anni a questa parte più di 150 cacciatori non hanno potuto praticare la caccia al cinghiale perché le zone erano loro precluse.
“Per ridare una zona ai cacciatori di Artena – ha detto l’Assessore Domenico Pecorari – scrissi una lettera il 22 novembre del 2018 alla Regione e all’Atc 2, ma solo dopo diverse lettere abbiamo cominciato a fare degli incontri e siamo arrivati ad un accordo. Ora diverse  squadre, più precisamente la squadra della Casettaccia e la squadra Ce.li.po.82,  potranno cacciare nelle zone 92, 95 e 96″.
L’accordo è stato raggiunto in Regione tra l’assessore comunale Domenico Pecorari, il presidente dell’ATC2, il dirigente dell’ADA e l’assessorato della Regione Lazio per convalidare nella stagione 2019/20 la validità dell’accordo siglato.
“Nell’accordo sono assegnate le zone 92 e 95 – dice Pecorari – invece nella zona 96 nel territorio di Carpineto Romano si potrà cacciare a condizione ci sia un passaggio che non passi nel paese di Carpineto . Inoltre la zona 96 ricopriva anche il territorio di Gorga visto che la zona era di circa 400 ettari, adesso però che è stata diminuita a 280 ettari ricopre solo il comune di Carpineto”.
Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Felicetto Angelini: “L’accordo testimonia l’impegno di questa Amministrazione verso gli artenesi e verso un’attività che molte famiglie erano costrette a praticare in zone lontane. Complimenti quindi all’assessore Pecorari che è riuscito a raggiungere questo obiettivo”.

È SUCCESSO OGGI...