Italia Nostra Lazio e associazioni in una lettera: “Preoccupante situazione sulla gestione del castello Orsini-Cesi di Sant’Angelo Romano”

0
Italia Nostra Lazio e associazioni in una lettera: “Preoccupante situazione sulla gestione del castello Orsini-Cesi di  Sant’Angelo Romano”

ARTICOLI IN EVIDENZA

Lettera aperta alla sindaca di Sant’Angelo Romano
Martina Domenici sulla gestione del Castello Orsini-Cesi e del Museo
Preistorico del Territorio Tiburtino-Cornicolano. A sottoscriverla sono
Alessandra Andò, dell’Associazione Sant’Angelo Romano – Economia e
Territorio, Italia Nostra Lazio, Carlo Boldrighini, Italia Nostra –
Sezione Aniene e Monti Lucretili, Vittorio Emiliani del Comitato per la
Bellezza, Vezio De Lucia per Associazione Bianchi Bandinelli, Salviamo
il Paesaggio – Roma e Lazio, il Comitato per il Risanamento Ambientale.
Nella nota, le associazioni impegnate da anni nella tutela e nella
valorizzazione e fruizione pubblica dei beni ambientali e culturali del
territorio, giudicano preoccupante la situazione che si è venuta a
creare nel comune di Sant’Angelo Romano, dove l’amministrazione comunale
ha lanciato, oltre sette mesi fa, un’indagine esplorativa sui possibili
nuovi soggetti per la gestione del castello Orsini-Cesi, di proprietà
comunale.

“Ad oggi – scrivono nella lettera aperta –  siamo ad un punto morto, col
risultato di una lunga ed inspiegabile chiusura dell’intero immobile e
col conseguente nocumento di cittadini e possibili fruitori. Infatti,
sia il noto e bellissimo castello, sia il museo preistorico ivi presente
sono tenuti privi di orari di apertura al pubblico e, di fatto, senza
soluzione su date o atti sui quali incardinare la futura programmazione
degli spazi di museo e castello e le relative successive attività e
iniziative.
Resta il fatto oltremodo doloroso che un museo chiuso fa perdere
occasioni culturali ed economiche per l’intero territorio e segnatamente
per le popolazioni scolastiche, mentre, dall’agosto scorso, si è creata
una falsa aspettativa sulla possibile soluzione gestionale attraverso la
redazione di un bando pubblico fantasma. La presente lettera aperta –
sottolineano le associazioni –  vuole essere anche concreto stimolo a
chiarire le responsabilità amministrative sulla mancata soluzione del
problema, facendo anche ricorso ad altre vie, compresa la Corte dei
conti, per rappresentare i mancati introiti economici dovuti
all’inspiegabile chiusura del prezioso immobile comunale”.

È SUCCESSO OGGI...

16enni uccise a Roma. Mamme: “Sofferenza ma crediamo nella giustizia”

0
"Per noi e' una sofferenza che si rinnova tutti i giorni. Il fatto che Genovese non fosse in aula un po' ci ha deluso, speravamo almeno di poterlo guardare negli occhi. Comunque...

Roma, abbraccia un passante te e gli ruba il Rolex

0
Il 30 giugno scorso, nella Capitale, due giovani donne, in prossimita' di piazza Re di Roma, si sono rese responsabili di rapina in concorso nei confronti di un 70enne cinese. L'uomo e'...

Valle Martella, al via i lavori di rifacimento stradale

0
Oggi, Lunedì 13 Luglio, è partito il progetto di messa in sicurezza delle pavimentazioni stradali della zona di Valle Martella. Si tratta di un intervento finanziato dall’ASTRAL. Quest’ultima, società della Regione Lazio...

Incendio in un ristorante al Tuscolano: momenti di paura

0
Nessun ferito ma tanta apprensione, ieri intorno alle 13, a Roma, per un incendio divampato in un ristorante orientale, in via Enea 58, al Tuscolano. Le fiamme hanno interessato la cucina, e...

Minaccia di lanciarsi nel Tevere da Ponte Vittorio

0
Ha minacciato di gettarsi nelle acque delTevere, ma e' stato convinto a rinunciare dai soccorritori.Attimi di tensione questa mattina alle 9.40 circa, su PonteVittorio Emanuele II, in pieno centro a Roma, dove...